Arredare casa in coppia: come scegliere e andare d’accordo

Arredare casa in coppia è un’esperienza entusiasmante, ma può anche essere impegnativa. Ci sono molte cose da considerare, come lo stile, il budget e le esigenze di entrambi i partner. Anche le affinità di coppia giocano un ruolo molto importante.

Arredare una casa in coppia può essere un’esperienza entusiasmante, ma può anche presentare sfide. Ogni individuo ha il proprio stile e le proprie preferenze, il che rende importante trovare un equilibrio tra i gusti personali e la funzionalità della casa condivisa.

In questo articolo, forniremo alcuni consigli per aiutarvi a scegliere l’arredamento perfetto per la vostra casa e andare d’accordo durante il processo.

Comunicazione aperta

La chiave per arredare con successo una casa in coppia è la comunicazione aperta e onesta. Prima di iniziare a scegliere mobili e decorazioni, sedetevi insieme e parlate dei vostri gusti, delle vostre esigenze e delle vostre aspettative. È importante ascoltarsi reciprocamente e cercare di capire le preferenze dell’altro.

Il primo passo è definire gli obiettivi per l’arredamento della vostra casa. Cosa volete ottenere? Volete creare un ambiente accogliente e confortevole? Volete esprimere la vostra personalità? Volete creare uno spazio funzionale e pratico? Una volta che avrete definito gli obiettivi, sarà più facile prendere decisioni sulle scelte di arredamento.

Scegliere uno stile comune

È importante discutere delle preferenze di arredamento di entrambi i partner. Prendetevi del tempo per parlare di ciò che vi piace e non vi piace. Potrebbe essere utile creare un moodboard o un album fotografico per aiutarvi a visualizzare il vostro stile ideale.

È naturale che non sarete sempre d’accordo sulle scelte di arredamento. Ma una volta comprese le preferenze di entrambi, cercate di identificare uno stile comune che rispecchi entrambi i vostri gusti. Questo può richiedere un compromesso, ma è essenziale per creare un ambiente armonioso. Ad esempio, se uno di voi preferisce uno stile moderno mentre l’altro ama lo stile rustico, cerca elementi di design che possano unire questi due mondi.

Definisci le tue priorità e il budget a disposizione. Discutete delle stanze o degli elementi dell’arredamento che ritenete più importanti e su cui desiderate concentrare la vostra attenzione. Stabilisci anche un budget realistico per evitare tensioni finanziarie durante il processo di arredamento.

Fare la spesa insieme

Una delle migliori strategie per evitare conflitti è fare shopping insieme. Visitate negozi di mobili e showroom per vedere i pezzi dal vivo e discuterli. Questo vi permetterà di valutare le dimensioni, il comfort e lo stile dei mobili prima dell’acquisto.

L’acquisto online offre una vasta gamma di opzioni e comodità, ma può anche portare decisioni affrettate. Assicuratevi di leggere le recensioni dei prodotti e confrontare i prezzi prima di fare acquisti online. Inoltre, tieni presente che i colori e le texture possono apparire diversi sullo schermo rispetto alla realtà.

Compromesso e personalizzazione

Nel processo di arredamento, è probabile che non si verificheranno momenti in cui i vostri gusti divergono. In questi casi, cercate di trovare un compromesso che soddisfi entrambi. Ad esempio, se uno di voi vuole un divano di colore vivace e l’altro preferisce uno più neutro, potreste optare per un divano neutro con cuscini colorati.

Oltre agli spazi condivisi, è importante concedere a ciascun partner un po’ di spazio personale in cui esprimere i propri gusti e interessi. Questi spazi possono essere delle stanze o degli angoli della casa dedicati alle passioni individuali, come un’area lettura o un laboratorio artistico.

Conclusione

Arredare casa in coppia può essere una sfida, ma con la comunicazione aperta, il compromesso e la pianificazione accurata, è possibile creare uno spazio che riflette la personalità di entrambi i partner. Ricordate che la casa è un luogo in cui dovreste sentirvi entrambi a vostro agio, quindi lavorate insieme per creare un ambiente che vi faccia sentire a casa.

Quanto costa installare un impianto fotovoltaico in casa?

quanto costa installare impianto fotovoltaico

Le persone oggi sono sempre più consapevoli dell’importanza di adottare uno stile di vita più eco-sostenibile. Una delle tecnologie a minor impatto ambientale più diffuse è l’impianto fotovoltaico: un modo semplice ed efficace per convertire l’energia solare in un’energia utile per la produzione di energia elettrica.

Se hai deciso di installare un impianto fotovoltaico nel tuo tetto per creare energia rinnovabile in casa tua, dovrai considerare alcuni fattori prima di prendere la decisione definitiva. L’installazione di un impianto fotovoltaico è un’operazione complessa, ma può essere un investimento redditizio a lungo termine.

I prezzi per l’installazione di un impianto fotovoltaico in casa sono spesso elevati. Se la spesa iniziale sembra troppo grande, esistono diverse opzioni per aiutare a finanziare l’impianto. Richiedere un prestito online può essere un modo efficace per ottenere i fondi necessari per fare avverare la tua idea di diventare energy-wise.

In questo articolo, discuteremo dei benefici, dei costi e delle modalità di richiesta di un prestito online per l’installazione di un impianto fotovoltaico in casa.

Quanto costa installare un impianto fotovoltaico in casa?

Il costo principale per l’installazione di un impianto fotovoltaico in casa è quello dei moduli fotovoltaici, che possono variare da meno di €1.000 a €10.000 o più a seconda della dimensione dell’impianto. Ci sono inoltre altri costi aggiuntivi come quelli dell’inverter fotovoltaico, degli accessori, dei cavi e di altri componenti. Nonostante la spesa iniziale possa sembrare elevata, un impianto fotovoltaico può contribuire a ridurre la bolletta energetica e a generare profitti con un periodo di ritorno dell’investimento relativamente breve.

Un altro importante fattore che contribuisce a determinare il costo di un impianto fotovoltaico è il luogo in cui verrà installato. La quantità e la qualità della luce solare incidono notevolmente sull’efficienza e sui rendimenti di un impianto fotovoltaico. Se vivi in un luogo dove ci sono più giorni di sole, è meglio considerare impianti da maggiore potenza in modo che sia più agevole raggiungere i tuoi obiettivi finanziari.

Sconti e subscrizioni per l’installazione di impianti fotovoltaici

Legislazione e incentivi possono rendere l’investimento in un impianto fotovoltaico più conveniente. Ad esempio, nella maggior parte dei paesi, è possibile ottenere diversi tipi di sgravi fiscali sia sull’acquisto che sull’installazione. Un sistema fotovoltaico può anche significare un aumento del valore della proprietà.

Inoltre, molte compagnie offrono finanziamenti e acquisto flat-point che coprono parte del costo dell’impianto fotovoltaico e offrono fonti di finanziamento a tempo indeterminato tramite contratto. Qualunque sia la tua motivazione per installare un impianto fotovoltaico, i finanziamenti potrebbero farti risparmiare tempo e denaro.

Come scegliere un installatore di impianti fotovoltaici

Dopo aver scoperto quanto sia conveniente installare un impianto fotovoltaico in casa, dovresti cominciare a cercare un installatore competente e qualificato. La scelta giusta di un installatore può contribuire enormemente al successo di un progetto fotovoltaico.

Assicurati che l’installatore scelto o la sua azienda abbiano i necessari certificati di qualificazione e di iscrizione per le attività di cui hanno bisogno. Inoltre, acquisisci anche un preventivo dettagliato in modo da conoscere i costi da sostenere e i servizi inclusi.

Tutti i vantaggi del voltaico in casa

L’installazione di un impianto fotovoltaico in casa comporta diversi vantaggi. Il primo vantaggio è la possibilità di risparmiare sulla bolletta elettrica in quanto l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico può essere utilizzata nella vostra casa.

Inoltre, l’energia prodotta dagli impianti fotovoltaici è completamente rinnovabile, quindi contribuisci a ridurre le emissioni di gas serra e fa la sua parte nel proteggere l’ambiente. Un altro vantaggio è che l’impianto fotovoltaico può anche aumentare il valore di una casa e può contribuire ad abbassare le bollette di assicurazione.

Infine, un impianto fotovoltaico può anche offrire un certo grado di autonomia, poiché può funzionare anche quando viene interrotto l’alimentazione dall’esterno. Insomma, l’installazione di un impianto fotovoltaico in casa è un’ottima scelta sia sul versante economico che ecologico.

In breve, l’installazione di un impianto fotovoltaico è un’ottima opportunità per risparmiare denaro e contribuire attivamente alla protezione dell’ambiente. Seguendo i consigli di cui sopra, sarai ben preparato a prendere la decisione giusta per te.

Gli elettrodomestici smart indispensabili in casa

Gli elettrodomestici smart sono diventati sempre più diffusi negli ultimi anni e sicuramente rappresentano una grande opportunità per rendere le nostre case più efficienti ed intelligenti.

Questi dispositivi sono in grado di automatizzare molti compiti, rendendo le nostre vite più semplici e aumentando la nostra produttività. In questo articolo proporremo 3 elettrodomestici smart di cui non si può fare a meno.

  1. Frigorifero intelligente

I frigoriferi smart sono una delle più recenti innovazioni nel campo degli elettrodomestici. Si tratta di frigoriferi che sono dotati di sensori che rilevano quando si apre lo sportello, così da tenere traccia di ciò che viene messo all’interno.

Questi frigoriferi possono anche essere controllati da dispositivi come smartphone, tablet e computer, consentendo agli utenti di verificare cosa c’è all’interno del frigorifero in qualsiasi momento. Inoltre, possono essere programmati per scattare foto degli alimenti per tenere traccia del cibo all’interno del frigorifero.

Alcuni frigoriferi smart hanno anche una funzione di monitoraggio che controlla costantemente la temperatura all’interno del frigorifero, assicurando che i cibi siano conservati in condizioni ottimali.

I frigoriferi smart non solo sono una comodità in più, ma possono anche aiutare a risparmiare tempo e denaro. Ad esempio, le persone possono controllare a distanza cosa c’è all’interno del frigorifero prima di fare la spesa, in modo da non acquistare cibi che già hanno. Inoltre, possono tenere traccia delle scadenze dei prodotti alimentari, così da non dover buttare via cibo ancora buono.

  1. Lavatrice smart

Le lavatrici smart sono dotate di caratteristiche avanzate che le rendono più efficienti rispetto alle lavatrici tradizionali. Ci sono una varietà di funzionalità che rendono le lavatrici smart più adatte alle esigenze dei tempi moderni. Ad esempio, la maggior parte di esse è dotata di una scheda di controllo intelligente che consente la connessione ai dispositivi mobili come smartphone o tablet. Ciò consente di monitorare il ciclo di lavaggio senza dover essere fisicamente presenti.

Questi elettrodomestici sono anche dotati di vari programmi di lavaggio che consentono di scegliere quello più adatto per ogni lavaggio. La maggior parte dei programmi è progettata per risparmiare tempo, acqua ed energia, eliminando la necessità di impostare manualmente i tempi e le temperature di lavaggio.

Inoltre, le lavatrici smart sono dotate di una varietà di funzioni di sicurezza che riducono il rischio di danni alla lavatrice e ai vestiti. Ad esempio, alcuni modelli sono dotati di un sistema di rilevamento di oggetti metallici, che arresta il ciclo di lavaggio se rileva un oggetto metallico all’interno del carico.

Infine, le lavatrici smart possono essere controllate da remoto tramite un’applicazione mobile. Ciò consente di avviare o interrompere il ciclo di lavaggio, impostare o modificare le impostazioni della lavatrice e monitorare il ciclo di lavaggio in tempo reale. 

  1. Aspirapolvere autonoma

L’aspetto più attraente di un’aspirapolvere smart è la sua capacità di navigare autonomamente nella casa. Può essere programmata per viaggiare in modo intelligente attorno al pavimento, sotto i mobili e persino lungo le pareti. Inoltre, la maggior parte di questi dispositivi smart è dotata di sensori che rilevano ed evitano ostacoli, come mobili e scale.

Un altro vantaggio di un aspirapolvere smart è la sua capacità di adattarsi ai diversi tipi di pavimenti della casa. Può passare automaticamente da un tipo di pavimento all’altro, assicurando di prendere anche la polvere più piccola. La maggior parte delle aspirapolveri smart può anche essere impostata per pulire in una certa area, piuttosto che in tutta la casa.

Inoltre, l’aspirapolvere smart ha anche una lunga durata della batteria, consentendo una pulizia più veloce e più efficiente. Può essere facilmente ricaricata per un uso successivo, anche dopo un periodo prolungato di pulizia.

Come incidono i dispositivi smart sulla bolletta

Gli elettrodomestici smart sono progettati per essere più efficienti rispetto ai loro predecessori. Ciò significa che utilizzano meno energia per eseguire le stesse funzioni. Utilizzando meno energia, consentono di risparmiare denaro sulla bolletta.

Questi dispositivi sono inoltre dotati di vari sensori che possono monitorare le loro prestazioni e regolare l’utilizzo dell’energia automaticamente. Ad esempio, un frigorifero smart può regolare il livello di raffreddamento in base alla temperatura esterna e all’utilizzo della porta. Ciò significa che il frigorifero non deve lavorare più duramente del necessario per mantenere la temperatura desiderata.

Gli elettrodomestici smart possono avere anche un impatto sulla bolletta in un altro modo. Alcuni di questi dispositivi sono dotati di programmi di risparmio energetico che consentono di impostare l’orario di utilizzo dell’elettrodomestico. Ad esempio, è possibile programmare una lavatrice per lavare solo durante le ore di picco di energia, quando le tariffe dell’energia sono più basse. Questo può consentire di risparmiare una notevole quantità di denaro sulla bolletta.

Tuttavia, fare un accurato confronto delle tariffe di luce e gas su siti come Chetariffa.it è ideale per limitare le spese degli elettrodomestici in casa.

Angolo studio in casa, come crearlo

Angolo studio in casa, come crearlo

Dove studi normalmente? Se la risposta è “sdraiata a letto con il mio laptop appoggiato sulle ginocchia mentre mangio cioccolatini”, allora potresti prendere in considerazione l’idea di rinnovare il tuo spazio di studio.

Gli studi dimostrano che avere un angolo studio piacevole e invitante può incoraggiarti a lavorare di più e aumentare l’efficienza mentale.

Studiare a casa permette di conseguire grandi risultati, ma se non sei sicuro di farcela da solo, rivolgerti a Grandi Scuole a Genova o in altre città è la soluzione.

Ma vediamo alcune tips utili per creare un angolo studio in casa perfetto per migliorare la qualità dello studio.

Illuminazione

Uno spazio studio non adeguatamente illuminato può farti sentire assonnato e affaticare gli occhi. Quindi assicurati che il contrasto dello schermo sia piacevole da guardare, usa una piccola lampada da scrivania per illuminare l’area di studio nelle immediate vicinanze e una lampada più grande o una plafoniera per illuminare il resto della stanza.

La luce naturale va bene, ma assicurati che la tentazione di guardare fuori dalla finestra non ti distragga dai tuoi studi.

Molte aziende hanno riferito che i lavoratori che lavorano vicino alle finestre o sotto i lucernari rimangono più produttivi e positivi per tutta la giornata lavorativa. Per questo motivo, molte aziende stanno iniziando a modificare la disposizione dei loro spazi di lavoro per aumentare l’illuminazione naturale nelle sale riunioni, negli uffici e persino nei bagni.

Mobili

Tutti preferiscono configurazioni diverse per la propria scrivania che li aiutano a rimanere organizzati, ma c’è una linea guida di base che puoi seguire. La migliore altezza della scrivania dovrebbe consentire agli avambracci di poggiare sulla scrivania con un angolo di 90 gradi, con la schiena dritta. Se sei curvo, le tue spalle sono abbassate o se c’è tensione sul collo; la scrivania è dell’altezza sbagliata.

Per migliorare la qualità dello studio e mantenere una corretta posizione, scegli una scrivania che arrivi tra la vita e la cassa toracica quando ti siedi e una sedia semplice che si adatti all’altezza della scrivania.

È anche importante notare che lo schermo dovrebbe essere più lontano di 30 cm dal tuo viso, più vicino e può causare affaticamento degli occhi.

Dovrai, inoltre, essere in grado di appoggiare i piedi sul pavimento e non devi curvare le spalle sul tuo laptop quando lavori.

Una cattiva postura può anche indurre mal di testa, che ovviamente non sono l’ideale per la produttività e l’efficienza.

Non avere articoli di cancelleria sparsi ma investi in portamatite o portacartelle per evitare distrazioni visive

Limita le cose che sono sulla tua scrivania a oggetti strettamente legati al lavoro, quindi cerca di tenere quel bel romanzo che stai leggendo in questo momento sul comodino.

Cerca di non ingombrare i tuoi oggetti e mantieni tutto abbastanza distanziato. Se la tua scrivania è troppo piccola per raggiungere questo obiettivo, forse è il momento di investire in una scrivania più grande.

Organizzazione

Una scrivania ordinata ed efficiente è una scrivania efficace, quindi assicurati che ogni elemento che devi studiare abbia il suo posto e che tutto sia etichettato in modo chiaro, in particolare i file del computer e i materiali stampati. Lo stesso, infatti, vale anche per il desktop del pc.

Prendi anche un bel calendario da parete per aiutarti a sapere a colpo d’occhio cosa devi fare dopo.

Non dimenticare l’orologio, perché spesso quando si studia si arriva a perdere la cognizione del tempo mentre è importante fare le giuste pause. Ma l’orologio può essere anche utile per suddividere lo studio tra le diverse materie, o imporsi un orario per finire di studiare e pensare allo svago.

Aggiungi qualche pianta

Uno studio della NASA ha dimostrato che avere piante in casa aiuta a filtrare le sostanze chimiche tossiche e mantiene l’aria pulita e fresca. In più, il colore delle foglie delle piante rende l’ambiente più rilassante, ottimo per distendere i nervi e aumentare la concentrazione degli studenti.

Casa nuova: le 10 cose da fare prima di trasferirsi

Trasferirsi in casa nuova

Ci sono molte cose da considerare quando ti trasferisci in una nuova casa. E mentre spesso consideriamo pensiamo che il semplice trasloco, come fare le valigie e disimballare, siano le uniche cose importanti che ostacolano il completo ambientamento, in realtà sono tante cose che bisogna fare dopo esserti trasferito in una nuova casa che fanno la differenza più grande.

Per aiutarti a impostare la tua lista di cose da fare, abbiamo messo insieme questo breve elenco delle dieci cose più importanti che devi fare quando ti trasferisci in una nuova casa.

1. Apri le nuove utenze

Una delle prime cose da fare è quella di aprire le nuove utenze: può essere utile fare affidamento ad un comparatore come quello di Che Tariffa in modo da individuare i fornitori più convenienti ed economici.

2. Controlla che tutto sia funzionante

Prima di sistemare i mobili e disfare i bagagli, dai un’occhiata in giro. Tra le altre cose, ti consigliamo di ricontrollare che tutte le riparazioni richieste e concordate sono state effettuate dal precedente proprietario, tutto ciò che doveva essere compreso nella vendita è presente nella casa, tutto è funzionante, comprese prese, interruttori e dispositivi.

3. Prova di sicurezza per bambino o animale domestico

Se ti stai trasferendo in una nuova casa con bambini piccoli, o con un animale domestico, un passo indispensabile sarà fare alcune prove iniziali per bambini per tenere tutti al sicuro fino a quando non potrai mettere a posto la tua configurazione completa. E, naturalmente, tieni tutto ciò che è pericoloso – taglierini, prodotti per la pulizia, cristalleria, ecc. – lontano dalla portata dei bambini.

4. Organizza gli spazi e l’arredamento

Risparmierai un sacco di tempo e fatica quando ti trasferisci in una nuova casa se stabilisci in anticipo dove sistemare l’arredamento. Ciò vale soprattutto per oggetti grandi e pesanti come i mobili. Anche se hai già un’idea di base di ciò che va in quale stanza, concediti un momento per pensare esattamente a come vorresti che fosse l’arredamento. Potrai apportare modifiche in un secondo momento, ma avere un’idea iniziale renderà sempre il lavoro più semplice.

5. Prepara un piano di disimballaggio

Etichettare le scatole prima del trasloco è fondamentale, ma lo è anche pianificare ciò che deve essere prioritario quando arrivi nella nuova casa. Potresti aver bisogno di oggetti da cucina prima di dover riempire il soggiorno. Pianifica ciò che vuoi avere pronto e poi disimballa in quell’ordine di priorità.

6. Fai una pulizia profonda

L’ultima cosa che probabilmente vorrai fare dopo aver completato il processo di trasloco è pulire la tua nuova casa da cima a fondo, ma subito dopo il trasloco è il momento migliore per farlo.

7. Riparazioni

Una volta ispezionata la casa, fai un elenco di ciò che deve essere fatto e in quale ordine intendi farlo.

8. Cambia le serrature

Anche se non sei preoccupato per il precedente proprietario, non sai mai chi potrebbe avere una chiave. Questa è sicuramente una di quelle aree in cui è meglio prevenire che curare, quindi affidati ad un fabbro o cambia tu stesso le serrature.

9. Cambia il tuo indirizzo

Effettua il cambio di residenza con gli uffici competenti e informa gli altri del tuo trasloco, inclusi amici e familiari, servizi di abbonamento, la tua banca, eventuali fornitori di prestiti che hai e chiunque altro ti invii corrispondenza o fatture regolari.

10. Conosci il vicinato

Incontrare i vicini è importante per farti partire con il piede giusto nel tuo nuovo quartiere, incontrare i tuoi vicini è utile per iniziare a conoscere la tua comunità e per ottenere consigli per i servizi locali.

Adsl satellitari

Al giorno d’oggi esistono diversi modi per collegarsi a internet, non a caso l’Adsl è entrata in tutte le case degli italiani e diventa quasi impossibile farne a meno. Oltre all’Adsl normale e alla fibra ottica esiste anche la possibilità di utilizzare una connessione di Internet satellitare, una tecnologia che consente di navigare sul web sfruttando la connettività senza fili supportata dalla rete di satelliti che orbitano intorno alla Terra. I sistemi satellitari sono tutti basati su costellazioni geostazionarie che orbitano a non meno di 35000 chilometri dalla superficie terrestre e permettono di ottenere una copertura totale della superficie terrestre con una velocità di connessione superiore alla media. Le Adsl satellitari sfruttano infatti la cosiddetta banda Ka che permette di raggiungere la velocità invidiabile di 50 megabit al secondo (l’Adsl normale si attesta intorno ai 20 megabit). L’infrastruttura che permette la connettività a internet via satellite si basa sul satellite, sulle stazioni terrestri NOC (Network Operations Center), la parabola e un modem collegato. Parabola e modem serviranno a catturare le onde emesse dal satellite e a trasformarle in tempo reale in informazioni digitali.

Per orientarsi tra le offerte per collegarsi a internet delle Adsl satellitari, è quello di capire le differenze tra ADSL satellitare e Fibra: questo articolo di Chetariffa.it è utile, ad esempio, per iniziare a selezionare l’offerta migliore per le proprie specifiche esigenze. Ci si dovrà orientare per l’Adsl satellitare ad esempio se si vive in zone dove scarseggia il segnale telefonico. Anche in zone dove ci sono pochi ripetitori telefonici infatti non ci dovrà rassegnare alla connessione internet a singhiozzo in quanto internet satellitare permette di navigare ad alta velocità anche se a prezzi considerevolmente più alti rispetto alle Adsl tradizionali. La connessione internet satellitare rappresenta una alternativa ad Adsl e Fibra soprattutto in quelle zone dove non c’è il segnale via cavo o in caso non si disponesse del telefono fisso. Internet via satellite infatti non prevede l’utilizzo dei fili ma non è da confondersi con internet wi-fi che si basa comunque su una connessione via cavo. Le connessioni internet via satellite sfruttano appunto la tecnologia satellitare e offrono il grande vantaggio di funzionare anche in totale assenza di trasmettitori telefonici nelle immediate vicinanze. Va comunque detto che le Adsl satellitari garantiscono una velocità di navigazione inferiore rispetto alle connessioni via cavo per via della lontananza dei satelliti. Tanto per fare un esempio concreto la latenza di una connessione Adsl si aggira intorno ai 30 ms contro i circa 500 ms della latenza della connessione satellitare. Nonostante questo l’Adsl satellitare garantisce comunque una velocità internet che va dai 7 ai 20 mega, abbastanza per navigare sui social e sul web senza problemi o magari per controllare la posta elettronica. Le tariffe di internet satellitare sono comunque più costose rispetto alle offerte Adsl o Fibra in quanto bisogna tener conto anche del prezzo legato all’installazione e all’acquisto della parabola. Il canone di abbonamento per l’Adsl satellitare può andare dai 35 ai 70 euro, di più rispetto alla Adsl tradizionale ma comunque non tantissimo visto che in questo modo si potrà navigare in qualsiasi parte del mondo.

Linkwelove e arredamento: la content recommendation funziona?

Oggi vogliamo parlarvi di Linkwelove, e ora vi spieghiamo perchè. Su questo sito ci occupiamo di arredamenti e mobilio per la casa, cose che fanno sempre contenti se selezionate con amore e cura. Proprio in questo senso, è giusto abbinare a dovere le varie componenti per ottenere un buon effetto finale: la parte di ricerca e selezione è fondamentale.

Come ben saprete, girando per internet non è difficile trovare pubblicità sparse per le pagine di tutti i siti. Ormai è considerato normale, in quanto inserimenti di questo genere rappresentano per i gestori dei siti che le ospitano una fonte di, seppur minimo, guadagno e sostentamento. Gli utenti, dal canto loro, hanno accettato questo compromesso, per vari motivi: talvolta forzati, talvolta in vena di sostenere i creatori di contenuti, talvolta semplicemente ingenui.

Oggi vogliamo parlarvi di una soluzione che permette di vincere a tutti gli attori coinvolti in campo: Link We Love. Questo innovativo servizio prevede l’inserimento di contenuti sponsorizzati sparsi per ciascuna delle pagine del proprio sito. Qualcosa che fino ad oggi può sembrare tutto fuorché una novità, direte a ragione, e noi non possiamo che concordare. L’elemento di rottura consiste nella presentazione di questi contenuti! Non solo saranno strutturati in modo da integrarsi al meglio con il materiale presente nella pagina vsualizzata, ma al contempo conterranno solamente argomenti di vostro interesse!

Come, vi chiederete? Grazie alla tecnologia dei cookies, sarò possibile per Linkwelove analizzare quelle che sono le vostre tracce online, garantendo un flusso di contenuti sui vostri siti che sia ben integrato e pertinente con ciò che state desiderando in quel momento.

Come, vi chiederete? Grazie alla tecnologia dei cookies, sarò possibile per Linkwelove analizzare quelle che sono le vostre tracce online, garantendo un flusso di contenuti sui vostri siti che sia ben integrato e pertinente con ciò che state desiderando in quel momento.

Link We Love, un esempio pratico

Mettiamo dunque che voi in questo momento stiate cercando un comodino in stile liberty, qualcosa di particolare che siete certi di non trovare subito conforme ai vostri gusti. Normalmente piattaforme di advertising come adsense vi caricherebbero annunci di mobilio vario, oppure articoli da bagno. Con l’app fornita da LinkWeLove, però, queste inserzioni compariranno prefettamente integrate nel sito, e vi daranno dei collegamenti a siti molto più pertinenti. Va da sè che così facendo tutti gli attori in campo vincono. I gestori del sito, avendo un traffico così benevolente e interessato, rimarranno più tempo sul sito, saranno più propensi alla conversione, e faranno migliorare statistiche come la bounce rate.

Fate molta attenzione però! Per ottenere il miglior risultato possibile sarà importante che queste inserzioni siano programmate nel modo giusto, la strategia giusta è assolutamente fondamentale! Trattandosi di un servizio sì autonomo ma non automatico, una buona selezione dei contenuti in primo luogo sarà fondamentale! Sul sito ufficiale Linkwelove.it fortunatamente ci sono dei suggerimenti e dei consigli per partire fin da subito con il piede giusto. Dimenticatevi adsense dunque, per i vostri spazi pubblicitari sul sito c’è solo e soltanto un provider a cui dovrete guardare da ora in avanti: Link We Love

Sulla pagina facebook principale di LinkWeLove è possibile guardare tutte le ultime novità per l’azienda ed il settore; nel caso voleste dei tutorial per dei trick particolari, aveste dubbi o voleste vedere dei video in merito alle funzioni di Linkwelove.it, basterà aprire il canale youtube ufficiale.

Esistono altre alternative a link we love?

Naturalmente sì. E non solo nella cerchia dei concorrenti. Se Google Adsense e Payclick (giusto per citarne due) riescono a sopperire benissimo al vuoto lasciato da Linkwelove, non possiamo non citare tra le alternative le altre forme di marketing. SEA, Social Media e Email Marketing, già citate da Iao Florence in un articolo dedicato proprio a Link we love, sono ottimi canali per guadagnare online dalla pubblicazione di contenuti. Merita una menzione il canale social, con Facebook Ads che si prepara a raggiungere 30 milioni di italiani.

Idee e progetti di riciclaggio

riciclaggio e fai da te

Preparati per alcuni divertenti progetti di upcycling

L’upcycling consiste nel dare nuova vita a vecchi oggetti, che si tratti di mobili, accessori per la casa o persino abiti.

Che tu sia un professionista esperto di upcycling o un principiante completo, sei nel posto giusto: abbiamo una vasta gamma di progetti di upcycling che puoi provare, con idee per soluzioni rapide di un’ora e progetti per un weekend più lungo da rimanere davvero bloccati in.
Pensa al riciclo come riciclare vecchi oggetti in pezzi molto più carini per la tua casa. Quindi, prima di buttare giù quel vecchio sgabello stanco o abbandonare la tua scrivania datata per un nuovo mobile sciccoso, fermati e pensa a come i tuoi amati pezzi potrebbero essere aggiornati e riutilizzati.

Prima di condividere le nostre imbarcazioni preferite per il riciclo, ecco alcuni suggerimenti generali per l’avvio di un progetto:

  1. Riunisci tutte le tue attrezzature per il riciclo prima di iniziare – questo ti aiuterà a tenere a bada i livelli di stress mentre lavori durante il tuo progetto.
  2. Gli errori accadono – non fatevi prendere dal panico se lo fanno. La maggior parte sono completamente recuperabili.
  3. Se vuoi provare l’upcycling ma sei preoccupato di gestire un mobile che usi regolarmente, dai un’occhiata alle vendite di scarponi locali e ai negozi di spazzatura per affari che non ti dispiacerà usare come cavie.
  4. Mescola tessuti, trame, colori e materiali.
  5. Leviga sempre leggermente verso il basso i mobili in legno prima di verniciarli – farà una grande differenza per la finitura ed è facile da realizzare.
  6. Buon divertimento! L’upcycling è pensato per essere molto divertente, quindi non stressarti troppo se il progetto finito non è perfetto come hai immaginato. Ce l’hai fatta, quindi sembrerà fatta in casa.

Come godersi i profumi dell’estate tutto l’anno

pout pourri fai da te

Riempi la tua casa con fragranze aromatiche di agrumi e erbe facili da preparare.
Realizzare pot-pourri è molto più soddisfacente rispetto all’utilizzo del negozio acquistato.

  1. Rivestire la base di una teglia con carta oleata. Raccogli con cura le foglie, i petali e le gemme dalle erbe raccolte e dai fiori. Scatter sul vassoio, insieme a fette sottili di agrumi.
  2. Mettere in forno a bassa temperatura (110 ° C / Ventola 90 ° F / Gas 1/4) per alcune ore. Tieni d’occhio i petali, poiché possono facilmente catturarli.
  3. Una volta fresco, usa un contagocce per cospargere alcune gocce del tuo olio essenziale preferito. Mescolare quindi mettere in una ciotola, pronto o utilizzare.

Produci fragranze in camera di agrumi

Dot questi pomander di frutta semplicemente fatto in casa.

  1. Tagliare gli agrumi a metà, rimuovere il centro di frutta e asciugare con un tovagliolo di carta.
  2. Versare dei cristalli di sale marino in una ciotola (aggiungere spezie o chiodi di garofano se lo si desidera) e agitare alcune gocce di olio essenziale.
  3. Mescolare, quindi aggiungere qualche goccia in più, se necessario, per ottenere più profumo. Premere il mix nella metà degli agrumi.
  4. Taglia un cerchio di mussola di circa 2 cm di diametro più grande della metà del frutto e mettilo sopra.
  5. Tenere in posizione con una fascia elastica prima di coprire con un nastro o una corda.

Candele alla citronella leggera

Tieni lontane le zanzare con una graziosa candela alla citronella fatta in casa.

  1. Avvolgere il filo attorno al bordo di un barattolo, quindi creare un passante per una maniglia.
  2. Aggiungi rametti di limone e rametti di rosmarino freschi al barattolo per mantenere l’acqua limpida.
  3. Versare dell’acqua, quindi aggiungere un paio di gocce di olio essenziale di citronella e mescolare delicatamente. Metti una candela fluttuante senza profumo sopra l’acqua e la luce per mantenere la tua casa e gli spazi da pranzo all’aperto senza mozzie.
  4. Aggiungi i nastri e le rifiniture di iuta intorno alla parte superiore dei vasi per un tocco decorativo.
  • Suggerimento Shakerare più citronella se necessario o aggiungere la lavanda preferita del paese per un profumo estivo.

Esporre e asciugare le erbe profumate

Legare le erbe a una corona per creare un display profumato.

  1. Taglia le erbe – e i fiori, se vuoi – lasciando i gambi lunghi e raggruppa in fasci uniformi.
  2. Legare con lo spago, quindi fissare in posizione sulla ghirlanda, appendere ciascun pacco alla stessa distanza.
  3. Appendere l’intera corona con spago intrecciato o corda legata ai quattro lati.
  • Suggerimento Prova diverse erbe per ottenere una varietà di profumi. Mescolare lavanda e rosmarino per un intenso profumo e, una volta essiccato, utilizzare per profumare la biancheria; o raccogliere m int, timo e rosmarino per scopi culinari.