Gli esperti rivelano la stanza più sporca nelle nostre case:non è il bagno!

qual è la stanza più sporca?

Se dovessi indovinare quale fosse la stanza più sporca della casa, probabilmente scommetteresti i tuoi soldi nel bagno, giusto? Prova di nuovo.

NSF International, un’organizzazione globale per la salute e la sicurezza pubblica, ha scoperto che la tua cucina ospita gli oggetti più colpiti dai germi della tua casa. Le spugne per i piatti e il lavello della cucina erano i primi due oggetti più sporchi trovati in casa. Gli scienziati dell’organizzazione hanno testato 30 superfici in 22 case per misurare i livelli di lievito, muffa, salmonella, E.Coli e germi di stafilococco per trovare i primi 10 articoli domestici più sporchi.

La stanza più sporca della casa
Potrebbe scioccarti apprendere che il sedile del water non è nemmeno arrivato nell’elenco. Tuttavia, un oggetto da bagno si è insinuato come il terzo oggetto più colpito dai germi della casa: un portaspazzolino.

Se non ti sentissi già nausea all’idea che il lavandino della tua cucina contenesse più germi del tuo gabinetto. Sono sicuro che ti stai arrabbiando all’idea che il tuo spazzolino da denti si trovi in ​​un contenitore pieno di batteri.

“Mentre le persone possono pensare che le aree come il sedile del water siano le più sporche, tende ad essere superfici ad alto tocco come interruttori della luce e telecomandi TV”, ha detto Karen Holeyman, scienziato senior della ricerca Dyson a news.com .

“Le superfici per la preparazione degli alimenti come i taglieri possono contenere la contaminazione più batterica”, aggiunge Karen. I taglieri si sono raschiati come il decimo oggetto domestico più sporco, dopo i contatori della cucina e le manopole della stufa. Gli oggetti di tutti i giorni che vivono in cucina occupano 6 spazi nella top 10 della lista, rendendola la stanza più sporca della casa.

Articoli per la casa più sporchi
Di seguito è riportato l’elenco completo degli articoli per la casa classificati dalla maggior parte alla meno sporca:

1.Spugne e strofinacci

  1. Lavelli da cucina
  2. Portaspazzolino
  3. Ciotole per animali domestici
  4. Macchine da caffè
  5. Maniglie del rubinetto del bagno
  6. Giocattoli per animali domestici
  7. Contatori di cucina
  8. Manopole della stufa
  9. Taglieri

Tuttavia, questo non è solo un caso di bagnatura di tutte le superfici in candeggina, molti dei batteri presenti in casa esistono come polvere su materassi, lenzuola, tappezzerie e tappeti. Sfortunatamente, tutti gli oggetti che si trovano nella tua camera da letto.

“La polvere domestica può anche essere una preoccupazione in quanto può contenere allergeni come miglia di polvere, feci, polline e batteri”, spiega Karen.

Probabilmente hai voglia di tirare le calendule dopo aver letto questo, che è il miglior modo di agire. Lavarsi spesso le mani e pulire regolarmente le superfici ad alto tocco e preparazione dei cibi dovrebbe aiutarti a mantenere il controllo di quei fastidiosi germi.

Mobili e tappeti spesso sospesi dovrebbero anche tenere a bada la polvere contaminata dai germi.

Come e quando pulire il tuo camino

la pulizia del camino

Niente dice a casa come un caminetto a legna. I caminetti a gas e gel hanno i loro punti di forza, soprattutto quando si tratta di facilità d’uso. Ma solo un vero camino a legna , con il suo crepitio profondo e le sue braci ardenti, è capace di suscitare un tale senso di immaginazione nei proprietari di casa. Eppure il realismo ha un prezzo. Un camino che a malincuore assorbe il fumo può portare a un interno di casa fuligginoso e maleodorante. Un camino male mantenuto può anche portare a un fenomeno terrificante noto come un incendio del camino.

In molti casi, la causa è un camino sporco. Imparare come e quando pulire la tua canna fumaria può aiutare a migliorare la qualità dell’aria interna e prevenire devastanti fuochi di camino.

Perché devi pulire il tuo camino
I fuochi a legna non bruciano in modo pulito. Quando il legno brucia, rilascia una serie di contaminanti che ricopre l’interno del camino. Il creosoto, una sostanza oleosa e nera, è un sottoprodotto di fuochi a legna. Il creosoto si forma a causa di gas che non sono completamente bruciati e si condensa all’interno del camino e rimane fino alla rimozione. Il verde bruciante o il legno non stagionato accelera l’accumulo di creosoto.

Inoltre, i detriti organici e infiammabili possono entrare nel camino, portati dagli elementi o dagli animali. Il vento può depositare foglie e ramoscelli in ciminiere privi di cappellacci. Gli uccelli e i parassiti possono annidarsi nei camini o portare materiali indesiderati.

I fuochi dei camini iniziano con scatti e schiocchi fragorosi come colpi di arma da fuoco, avanzando verso un suono profondo e rombante. Il creosoto fiammeggiante, nero, oleoso piove nel focolare. Quando inizia l’incendio, inizia come un’esplosione. Le fiamme brillano dalla parte superiore del camino e di nuovo giù nel focolare. A causa dell’espansione termica, la canna fumaria potrebbe incrinarsi in corrispondenza di un punto medio irraggiungibile e sparare fiamme all’interno delle pareti dall’interno. Gli incendi dei camini in genere non possono essere controllati dal proprietario della casa. Perché i vigili del fuoco devono sparare acqua dall’alto verso il basso, la casa subisce danni da inondazioni. In molti casi, l’intera casa è persa.

Quando pulire il tuo camino
I camini devono essere puliti non oltre l’inizio dell’autunno, prima della stagione delle fiamme. Se scegli di noleggiare uno spazzacamino, puoi aspettarti una rapida inversione di tendenza se li fai venire prima, idealmente in estate. Per l’autopulizia, la fine dell’estate è il momento migliore, dal momento che puoi contare su un tetto asciutto e sicuro e condizioni miti.

Oltre alle pulizie programmate del camino, è necessario pulire quando sono presenti queste condizioni:

Fuliggine e creosoto tendono a cadere nel focolaio durante un incendio
Il creosoto strutturato a nido d’ape si accumula all’interno del camino
Il creosoto ha uno spessore superiore a 1/4 di pollice
Bruci un sacco di tronchi artificiali
Sei un utente di caminetto pesante
Bruciare legna da ardere verde o altrimenti non stagionale
Come pulire il tuo camino
Puoi scegliere di chiamare uno spazzacamino o pulire il camino da solo. Se la canna fumaria non è stata pulita da molto tempo, è consigliabile fare una spazzacamino per la prima pulizia. Mantieni la sicurezza praticando una buona sicurezza ladder e controllando l’assistente quando sei sul tetto.

Strumenti e materiali

Spazzole per camini
Prolunghe in vetroresina
Acquista l’aspirapolvere con filtro antipolvere
Scala di estensione
Foglio di plastica
Nastro da pittore e nastro adesivo
Maschera antipolvere e occhiali di sicurezza
Trapano avvitatore a batteria con punta per cacciavite
Sigilla il camino
Di sotto al camino, apri completamente la serranda. Tagliare una generosa sezione di plastica, larga circa 6 piedi e larga 4 piedi, e fissarla sul pavimento davanti al camino con il nastro del pittore o il nastro adesivo. Taglia un altro pezzo di plastica in modo che sia lungo almeno 12 pollici e più largo dell’apertura del caminetto. Fissalo sul camino per sigillarlo contro i detriti.

Vai al tetto
Posiziona la scala di estensione contro la casa in modo da poter accedere al tetto. Porta i tuoi attrezzi per la pulizia del camino fino al tetto. Per sicurezza, chiedi al tuo assistente di tenere la scala. Inoltre, avrai bisogno del tuo trapano a batteria e di una maschera antipolvere.

Rimuovere i cappucci del camino
Per accedere alla canna fumaria, rimuovere i comignoli svitando le viti sui cappucci con il trapano a batteria. Metti i cappucci ben lontani da te in modo da non inciampare su di loro o accidentalmente cacciarli dal tetto.

Preparare la spazzola per la pulizia del camino
Girare la spazzola spazzacamino sulla prima asta di prolunga. Tieni le aste aggiuntive nelle vicinanze perché dovrai aggiungerle alla prima asta.

Scrub the Chimney
Mantenendo una sola bacchetta sulla spazzola in questo momento, strofinare la canna fumaria iniziando dall’alto e procedendo lentamente verso il basso. Sfrega fino a raggiungere la fine della prima asta. Prendi la tua prossima asta e avvitala sul retro della prima asta. Continua a strofinare verso il basso, aggiungendo altre bacchette, finché non puoi andare oltre. Alla fine, arriverete al ripiano del fumo, in genere un punto di arresto per la maggior parte delle operazioni di spazzacamino fai-da-te.

Sfrega mentre rimuovi il pennello
Non rimuovere il pennello con un solo movimento. Invece, cogli l’occasione per strofinare leggermente verso l’alto mentre tiri verso l’alto l’asta. Quando raggiungi un punto di congiunzione, rimuovi un’asta e mettila da parte.

Finire le operazioni sul tetto
Il lato del tetto di questo progetto è quasi finito. Sostituire i comignoli. Raccogli i tuoi attrezzi e consegnali al tuo assistente. Esci dal tetto e rimuovi la scala.

Finisci al piano di sotto
Al camino, attendere una decina di minuti prima che la polvere e i detriti si depositino. Staccare delicatamente la plastica e avvolgerla fino a racchiudere tutta la polvere che ha aderito all’interno. Scartare la plastica.

Pulire le aree visibili che è possibile raggiungere con la spazzola per la pulizia del camino più piccola. Succhia tutti i detriti con l’aspirapolvere del negozio. Rimuovere tutti gli strumenti, quindi arrotolare la plastica del pavimento per racchiudere tutti i detriti caduti.

8 suggerimenti per la pulizia ecologica

pulizia green

Rendi la tua casa pulita e sicura con questi semplici consigli di pulizia verde

Detergenti naturali e prodotti per la pulizia verde sono un modo intelligente per pulire la tua casa in modo sicuro e non tossico. Dai un’occhiata a questi 8 consigli per la pulizia ecologica in casa con le soluzioni di pulizia acquistate in negozio o prova i detergenti fatti in casa per la tua cucina, bagno, toilette e finestre. Hai un consiglio per la pulizia verde da condividere? Fateci sapere condividendo il vostro segreto.

01 di 08 – Inizia con le nozioni di base sulla pulizia ecologica


Quasi tutti i prodotti per la pulizia naturale utilizzano gli stessi detergenti usati da tua nonna. Questi ingredienti non sono del tutto sicuri – tenerli lontani da bambini e animali domestici – ma sono meno tossici di molti detergenti commerciali e molto meno costosi. Un buon kit di pulizia naturale include i seguenti articoli:

  • Bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio) – scrubber grintoso, reagisce anche con acidi come il limone e l’aceto
  • Borace: disinfetta, imbianca e deodora
  • Aceto bianco : disinfetta e scioglie lo sporco
  • Succo di limone: disinfetta, taglia attraverso il grasso
  • Olio d’oliva: raccoglie lo sporco, lucida il legno
  • Sapone di marsiglia – detergente schiumogeno universale
  • Soda di lavaggio (carbonato di sodio) – un detergente caustico, smacchiatore e integratore per bucato


02 di 08 – Prova i prodotti per la pulizia verde commerciale

Verde semplice


Non c’è assolutamente nulla di sbagliato nell’acquisto di un prodotto di pulizia verde commerciale. Queste sono, infatti, le mie preferenze personali perché non c’è né miscelazione né misurazione, e fanno un buon lavoro con meno “olio di gomito”.

A dire il vero, i detergenti fatti in casa o fai-da-te come quelli sopra elencati fanno un buon lavoro, ma di solito richiedono più lavaggi e purga per ottenere superfici pulite come una buona preparazione commerciale verde.

03 di 08 – I problemi vanno giù per lo scarico

Getty ImagesPrevenire gli scarichi intasati con un colino per evitare che i capelli, il cibo e altri oggetti si accumulino nello scarico. Se cucini con molti oli, versa una pentola di acqua bollente nello scarico una volta alla settimana per sciacquare i grassi e gli oli. Quando è il momento di sbloccare, usa prima uno stantuffo, che spesso funziona meglio e più velocemente delle sostanze chimiche più potenti. Se ciò non funziona, prova una combinazione di 1/2 tazza di bicarbonato di sodio, seguita da 1/2 tazza di aceto bianco, quindi copri lo scarico se puoi, e lascia che la pressione di schiumatura faccia la sua roba. Altre ricette richiedono 1/2 tazza di sale e una quantità uguale di bicarbonato di sodio, seguita da 6 tazze di acqua bollente, attendere qualche ora, quindi sciacquare con acqua fredda. Come ultima risorsa, prendi un serpente da idraulico e “rompilo”.

04 di 08 – Pulizia verde e superfici in legno

Ci sono molte ricette diverse là fuori che richiedono una combinazione di olio d’oliva e aceto. (Sì, stai pulendo con condimenti per l’insalata, per un piano che potresti mangiare fuori). Il rapporto tra aceto, olio e acqua varierà a seconda del tipo di legno e della finitura che hai sopra. Per i pavimenti in legno, prova 1/4 tazza di aceto in 1 litro di acqua calda. Per mobili in legno, iniziare con 1 tazza di aceto con 1 cucchiaino di olio.

05 di 08 – Le tue finestre

Pulisci le finestre aggiungendo 1/4 di tazza di aceto a 2 o 3 tazze di acqua. Alcune ricette richiedono alcune gocce di detersivo liquido, altre ancora suggeriscono di utilizzare solo il succo di limone aggiunto all’acqua. Puoi usare un giornale per pulire, se gli inchiostri dei giornali non ti infastidiscono, o usa un vecchio straccio di cotone pulito.

06 di 08 – Amare il tuo forno

Se non si dispone di un forno autopulente – o anche di quello che si fa – non ci sono molte opzioni di pulizia verde e i pulitori commerciali per forno tendono ad essere prodotti caustici con molti composti tossici. Anche così, sono scettico su quanto facile o efficace qualsiasi detergente naturale potrebbe essere al fango cotto. Alcune persone consigliano di spruzzare il bicarbonato di sodio sul forno, quindi spruzzare acqua su di esso e lasciarlo a bagno durante la notte. (Non si parla di come questo pulirà i lati del forno, comunque.) Poi, il mattino dopo, strofina e setaccia come il diavolo in calore. Oppure, prendi un detergente per un forno commerciale, usalo con attenzione e non sentirti in colpa per questo. Posizionare uno strato di pellicola nella parte inferiore del forno renderà più facile questa operazione la prossima volta.

07 di 08 – Pulizia verde: fai lo scrub al bagno

In un’area chiusa con ventilazione non eccezionale e molta umidità, come il tuo bagno, i pulitori verdi hanno molto senso. Usa il bicarbonato di sodio e l’aceto come scrub per i gabinetti, e il borace ottiene recensioni entusiastiche come uno scrubber per vasca e piastrelle.

08 di 08 – Pulizia verde e aria fresca

Non uccidere te stesso oi tuoi figli per avere una casa profumata. L’NRDC ha testato 14 diversi deodoranti per ambienti domestici e ha scoperto che 12 contenevano le sostanze chimiche dannose per l’ormone conosciute come ftalati. Mantenere la tua casa generalmente pulita dovrebbe eliminare ogni odore; o prova i mangiatori di odori naturali come l’aceto e il bicarbonato di sodio. Il miglior deodorante per ambienti di tutti, aprire una finestra!

Come pulire uno schermo TV, secondo i professionisti di pulizia

pulizia tv

Per godere al meglio di ogni secondo del tuo programma preferito, avrai bisogno di uno schermo televisivo privo di polvere, sporco e impronte digitali.

Tuttavia, l’utilizzo di un metodo di pulizia errato può annullare qualsiasi garanzia ancora in vigore. Ecco perché i nostri esperti hanno unito le loro forze per raccomandare i metodi e i prodotti più sicuri e più efficaci per pulire il tuo schermo televisivo e rivelare un’immagine che è geniale da guardare, e strofinare tutti gli accessori che vanno avanti con esso.

Non importa che tipo di televisore hai, avrai bisogno di un panno in microfibra asciutto progettato per pulire e rimuovere macchie da occhiali, cellulari e obiettivi della fotocamera.


Come pulire i TV a plasma piatto, LED, LCD e OLED

Gli schermi LCD, al plasma o a retroproiezione più delicati non sono in grado di gestire la tradizionale pulizia a umido. Invece, spolverarli con un panno in microfibra morbido e asciutto . Macchie tenaci a macchia di piombo con una salvietta preumidificata progettata per l’elettronica. Con il panno in microfibra, ripassa i pulsanti e il retro del televisore per raccogliere la polvere nelle prese d’aria.

Gli schermi al plasma, mentre sono fatti di vetro, hanno rivestimenti anti-riflesso che possono essere danneggiati dai prodotti di pulizia tradizionali. È preferibile seguire gli stessi metodi asciutti che si utilizzerebbero per la pulizia dei LED LCD e dei televisori OLED.

Come pulire i televisori a tubo catodico

Pulire gli schermi televisivi a tubi di vetro è facile come pulire gli specchi di casa. Pulirli con un panno in microfibra inumidito con un po ‘d’acqua o con il detergente spray per vetri preferito . Spingi via le punte bloccate con l’unghia e asciuga lo schermo. Mai (ripetiamo, mai!) Spruzza direttamente lo schermo. Ciò potrebbe danneggiare il set, così come tutti i mobili circostanti.


Come pulire il telecomando

Innanzitutto, estrarre le batterie e riposizionare il coperchio sul vano batteria. Tocca leggermente il telecomando, con il lato del pulsante rivolto verso il basso, su un tavolo per rimuovere eventuali briciole o detriti rimasti bloccati nelle fessure. Prendi una salvietta disinfettante pre-inumidita (pensa a tutte le dita germogliate che il tuo telecomando ha visto!), Strizzalo bene in modo che non goccioli e usalo per pulire entrambi i lati del telecomando.

Presta particolare attenzione ai pulsanti e agli spazi ristretti che li circondano, usando uno stuzzicadenti o l’unghia con la salvietta per rimuovere la sostanza appiccicosa. Lasciare asciugare il telecomando all’aria, quindi sostituire le batterie.

Come pulire gli altoparlanti TV

Se le fodere di tessuto degli altoparlanti sono rimovibili (controllare il manuale), staccarle e aspirare entrambi i lati con lo strumento di rivestimento per rimuovere la polvere, i residui di peluria e i peli di animali domestici che si attaccano spesso. Se i coperchi non possono essere rimossi, affrontare il lavoro dal lato anteriore con l’aspirapolvere o utilizzare un rullo di rasatura Scotch-Brite($ 17 per un pacchetto da 5, amazon.com ).

Anche un vecchio paio di collant rinforzati può fare il dovere di debuffare. Per copertine rigide, simili a schermi, rimuovili o puliscile con un panno in microfibra ben strizzato e umido e lascia asciugare.


Pulizia della TV con un panno antistatico

• Pulisci il televisore settimanalmente per evitare che polvere, pellicola e impronte digitali si accumulino e si stacchi più facilmente. Rendilo ancora più semplice tenendo vicino un panno in microfibra per raccogliere polvere e sporcizia quando lo vedi.

• Non spruzzare mai nulla direttamente su uno schermo televisivo, nemmeno sui televisori a tubo di vetro. Lo spray in eccesso può penetrare nell’armadio e nei meccanismi interni e danneggiare l’apparecchio.

• Utilizza una spazzola morbida per spolverare del vuoto. In più una bassa aspirazione per rimuovere la polvere da prese d’aria, porte e collegamenti dei cavi.

• Ricordati di seguire sempre le istruzioni del produttore se in garanzia. In quanto qualsiasi cosa tu faccia contro corrente può invalidare la garanzia.

• Stai lontano da prodotti contenenti ammoniaca, alcol o acetone. Possono danneggiare lo schermo del televisore.

Come pulire i pavimenti in laminato (senza rovinarli)

pulire i pavimenti in laminato

C’è un motivo per cui ogni designer su popolari programmi TV di casa finisce per installare pavimenti in laminato.

È fatto di composito di legno, ovvero materiali come la segatura pressata insieme, ma sembra proprio come un pavimento in legno massiccio . Inoltre, spesso costa meno, si installa più facilmente e viene fornito con uno strato protettivo trasparente sulla parte superiore.

Ma proprio come qualsiasi altro piano della tua casa, richiede comunque cure regolari. Ecco tutto quello che devi sapere sulla manutenzione dei tuoi pavimenti in laminato, secondo Carolyn Forte , direttore del Good Housekeeping Institute Cleaning Lab.

Come si pulisce il pavimento in laminato?

Esegui regolarmente un vuoto di bomboletta sulla superficie per rimuovere sporco e detriti da fessure e crepe. L’Istituto ama il Miele Complete C3 Vacuum , anch’esso supportato dal nostro GH Seal . Questa macchina è dotata di una testa di aspirazione ad aspirazione pura progettata per l’uso su tutti i pavimenti lisci e ha superato tutti i criteri dei nostri test , tra cui raccolta detriti, peso e facilità d’uso.

Naturalmente, se hai solo un modello verticale, puoi comunque usarlo anche tu. “Spegni la spazzola rotante per evitare che le setole possano graffiare i tuoi pavimenti e sporcare lo sporco”, consiglia Forte.

Circa una volta al mese, asciuga il pavimento con un panno umido per un’accurata pulizia profonda. Le cucine e gli spazi che osservano molto traffico pedonale potrebbero averne bisogno più frequentemente.

Prendi una scopa con una testina in microfibra lavabile e riutilizzabile, come quelli fatti da Bona , o uno con pastiglie usa e getta, come uno Swiffer . Spruzzare con un detergente per pavimenti in laminato (vedere sotto) con parsimonia, in modo da non saturare il pavimento, quindi pulire con la scopa.

Per evitare danni, non lucidare o lucidare un pavimento laminato . Inoltre, salta i detergenti abrasivi, la polvere abrasiva e la lana d’acciaio. Hanno il potenziale per graffiare il pavimento e danneggiare la finitura protettiva.


Qual è il miglior detergente per pavimenti in laminato?

Weiman Hardwood Floor Cleaner funziona bene su pavimenti in laminato e porta il nostro marchio GH. Anche il Black Diamond’s Wood & Laminate Floor Cleaner ha ottenuto un punteggio elevato nei nostri test e il flacone spray rende la pulizia delle macchie facile come uno spritz e una salvietta, in particolare sui segni di graffi. Bona produce anche un detergente separato per pavimenti in pietra, piastrelle e laminati. È disponibile in un flacone spray o in una brocca che puoi utilizzare per riempire i mop spray .

Salta l’aggiunta di ulteriori fragranze o oli essenziali alla bottiglia o al secchio. Questi detergenti conferiranno un buon odore così com’è, e gli ingredienti aggiuntivi potrebbero danneggiare il rivestimento protettivo.

Puoi usare uno Swiffer bagnato sui pavimenti in laminato?


Sì, è possibile utilizzare uno Swiffer bagnato o Swiffer WetJet su pavimenti in laminato. “Lo Swiffer bagnato è la soluzione migliore per la pulizia rapida di piccoli spazi”, afferma Forte. “Il WetJet con il suo spray a batteria e la formula di pulizia a bordo è più adatto per grandi aree.” Bonus: i pad usa e getta indicano anche che non ci sono mop sporchi da riporre.

Puoi usare una scopa a vapore sui pavimenti in laminato?


“È meglio non usarli”, dice Forte. “I produttori di pavimentazione mettono in guardia contro di loro e potrebbero addirittura invalidare la garanzia.” Mentre i marchi di steam mop possono affermare di essere al sicuro, controlla quali sono le linee guida per la cura per la tua pavimentazione. I laminati di oggi sono più resistenti all’umidità e alle fuoriuscite, ma il vapore può ancora causare deformazioni e altri danni.

9 sapienti pulizie intelligenti che ogni proprietario di casa dovrebbe conoscere

pulizie e suggerimenti in casa

Usare detersivo per piatti per pulire il frullatore

Pulire il frullatore o il robot da cucina può essere così fastidioso, specialmente con le lame affilate e gli angoli piccoli e goffi. Invece, puoi risparmiare tempo versando una miscela di detersivo per piatti e acqua calda nel frullatore e mescolandolo fino a quando il grasso è sparito!

Pulire le veneziane con le pinze avvolte in un asciugamano

Chiunque abbia provato a pulire le veneziane a casa sa quanto può essere fastidioso. Bene, non di più! Tutto quello che dovrai fare è avvolgere le tue pinze in un asciugamano bagnato e avrai a portata di mano uno strumento utile.

Buff out piccoli graffi con dentifricio

Prima di sborsare un sacco di soldi per rifinire i tuoi mobili a causa di piccoli graffi, prova a usare il dentifricio per eliminarli. Tutto quello che devi fare è strofinare il piccolo graffio con dentifricio in un movimento circolare, lucidarlo e pulire il dentifricio in eccesso con un panno umido.

Posizionare la carta sul fondo del sacchetto della spazzatura per evitare perdite di liquidi

Aggiungi un paio di strati di vecchi giornali nella parte inferiore della borsa in modo da non dover pulire!

Pulire la pelliccia dell’animale domestico con un raschietto

Mentre gli animali domestici sono certamente adorabili, non si può negare che ripulire la loro pelliccia è una seccatura enorme. Ma cosa succede se ti dicessimo che esiste un modo semplice per rimuovere i loro sheddings? Un tergipavimento fa il lavoro in modo impeccabile – in un paio di passaggi!

Usa gli ingredienti per cuocere in modo che la tua vasca rimanga perfettamente pulita

In primo luogo, mescolare il bicarbonato, la crema di tartaro e il succo di limone insieme per formare una pasta. Quindi, strofinalo in punti antiestetici, lascialo agire per circa un’ora e risciacqua!

Usa il detersivo per stoviglie per sbloccare la toilette

Versa mezza tazza di sapone per stoviglie nella tazza del water e prova a sciacquarlo dopo un’ora. Il sapone scivoloso dovrebbe rivestire tutto e permettere a tutto di scivolare senza intoppi!

Libera il tuo lavandino usando il bicarbonato e l’aceto

Hai un lavandino tutto registrato? Risolvilo usando la semplice miscela di bicarbonato e aceto!

Sanifica il tuo tagliere con un limone

Mantenere il tuo tagliere pulito e igienico è fondamentale, ma spesso dimenticato. Tutto quello che devi fare è pulirlo con succo di limone.

Come lavare i cuscini

pulizia cuscini

Pulizie di primavera nella tua camera da letto? Ricordati di pulire anche i tuoi cuscini!

Dopotutto, mentre stai sonnecchiando pacificamente, il cuscino raccoglie saliva, sudore e altri fluidi corporei, per non parlare delle cellule morte della pelle, degli acari della polvere e dei loro escrementi.

Che schifo!

Ecco perché la pulitrice Leslie Reichert consiglia di pulire i cuscini ogni tre mesi. Segui i semplici passaggi in basso e dormirai più pulito stasera.

Se stai cercando un nuovo cuscino del tutto, scopri di più su come acquistare il cuscino giusto per la tua posizione di riposo .
“La maggior parte dei cuscini solidi / memory foam sono densi e non possono essere lavati in lavatrice”, avverte Reichert.

Rinfrescateli aspirando (usate un’impostazione che abbia meno aspirazione) o metteteli nell’essiccatore su “solo aria” per 15-20 minuti.


Per rimuovere le macchie, pulire a macchie con un panno leggermente inumidito con acqua e sapone neutro. Risciacquare con un panno umido. Asciugare con un asciugamano e lasciare asciugare il cuscino prima di coprirlo con una federa o un protettore.
Se il cuscino viene fornito con un rivestimento rimovibile che è lavabile, pulirlo in base alle indicazioni sull’etichetta di cura.


Tipi lavabili

Se il tuo cuscino solido / memory foam è lavabile a mano, fai attenzione. “La schiuma solida, quando è bagnata, è fragile e può lacerarsi facilmente”, afferma Reichert. “Procedi gentilmente.”

Immergere il cuscino in acqua tiepida miscelato con una piccola quantità di detergente delicato. Stringere delicatamente l’acqua attraverso il cuscino per pulire.
Usando acqua fredda, sciacquare fino a quando l’acqua non si schiarisce.
Spremere delicatamente per rimuovere l’acqua in eccesso.
Posizionare su una superficie piana per asciugare all’aria. Se possibile, asciuga all’aperto in una giornata di sole. “

COME LAVARE O CUSCINI SINTETICI


“Non tutti i cuscini in piuma / sintetici sono lavabili”, afferma Reichert. “Prima di tutto, segui le istruzioni del produttore per la pulizia del cuscino e del coperchio.”

Ripara le cuciture strappate o allentate prima del riciclaggio, in modo da non finire con una macchina piena di piume.
Per i cuscini in piuma, lavare solo in una lavatrice a carica frontale. Le rondelle a caricamento dall’alto con agitatori al centro potrebbero danneggiare il piumino.


Lavare due cuscini contemporaneamente per mantenere la macchina in equilibrio durante la centrifuga. Se non si dispone di due cuscini, aggiungere asciugamani extra per bilanciare il carico.

Imposta la lavatrice per un carico extra-large. Prefillare con acqua calda, aggiungere una piccola quantità di detergente a basso contenuto di schiuma (sufficiente per un piccolo carico), quindi lasciare agitare l’acqua per un paio di minuti per assicurarsi che il detergente sia disciolto e disperso in modo uniforme nell’acqua.

Metti i cuscini nella lavatrice.

Lavare a ciclo delicato.

Risciacquare due volte in acqua fredda.

COME ASCIUGARE O CUSCINI SINTETICI


I cuscini di lanugine si asciugano poi a fuoco basso. Per aiutare a prevenire il riempimento dall’aggregazione, lanciare alcune palline di gomma o di asciugatrice di lana.
Ogni 15-20 minuti, fluff e gira i cuscini per garantire un’asciugatura uniforme e la massima morbidezza.


A volte, i cuscini hanno bisogno di più della pulizia; hanno bisogno di essere sostituiti. Usa il test “piega” per vedere se hai bisogno di un nuovo cuscino. Piega il cuscino a metà, poi lascialo andare. Se si dispiega e si rigenera, ci sono ancora delle miglia da sogno. Se rimane piegato, è il momento di riciclarlo in un rifugio per animali o di inviarlo a quel grande letto nel cielo.

Come pulire la tua camera da letto per le pulizie di primavera!

le pulizie di primavera in un click!

Benvenuti nella stagione delle pulizie di primavera !

È il glorioso periodo dell’anno in cui finalmente apri le finestre per far entrare la luce del sole primaverile … ma poi noti lo strato di polvere e sporcizia che si accumula nella tua casa per tutto l’inverno.

Non farti prendere dal panico!

Siamo qui per aiutarti ad affrontare la lista delle cose da fare.

Sappiamo che non vuoi trascorrere quelle prime belle giornate di primavera con una spazzola in mano, quindi ti stiamo ufficialmente dando il permesso di distribuire nel tempo le faccende di pulizia.

Dedicare solo poche ore una volta alla settimana è la strada da percorrere. Basta pulire una stanza alla volta e, in un mese, tutta la casa sarà rinfrescata e pronta per la primavera.


Ora è il momento di trasformare la tua camera da letto in un luogo pulito e rilassante. Sarai a gattonare in lenzuola pulite in una stanza immacolata di notte. Iniziamo!

Ecco di cosa avrai bisogno:

  • Un potente aspirapolvere con allegati
  • Panni in microfibra o stracci puliti
  • Acqua calda e sapone neutro
  • Detergente per vetri (o fai da te combinando un rapporto 1 a 1 di acqua e aceto bianco in un flacone spray)
  • Spray disinfettante
  • Un nuovo scopa di cotone (il tipo con gli anelli morbidi) o uno spolverino pulito a manico lungo
  • Bicarbonato di sodio

Avviare una lavatrice di biancheria

Spoglia il letto di lenzuola , federe, piumone e coprimaterasso. Prepara il bucato per far funzionare il ciclo mentre lavori al resto della camera da letto. Lavare la biancheria e il materassino come al solito, quindi lavare il piumino e i cuscini.
Giù e giù-le coperte alternative possono di solito essere lavate in lavatrice in acqua fredda e asciugate nell’essiccatore. Ricorda solo di abbassare la temperatura e aggiungi una pallina da tennis all’essiccatore per appiattire il basso mentre cade. Fermare il ciclo ogni 20-30 minuti per spezzare le ciuffi con le mani e lasciar correre finché non si è sicuri che sia completamente asciutto.

Lavare muri e finestre


La polvere non è solo per i tavolini e le credenze. Può anche rivestire pareti, pale del ventilatore a soffitto, modanature a corona e davanzali.

Usa un nuovo scopa di cotone per spolverare pareti e angoli, oppure usa l’estensione sul vuoto per aspirare le ragnatele dagli angoli superiori.
Aspirare le bocchette di riscaldamento e aria condizionata per eliminarle dalla polvere.


Se si dispone di un ventilatore da soffitto , scivolare una vecchia federa su ogni lama per intrappolare la polvere che cade mentre si pulisce la superficie con un panno umido.


Utilizzare un panno in microfibra e acqua calda e saponata per pulire i davanzali e le guide della finestra e utilizzare un detergente per vetri per lucidare le finestre.


Se si dispone di una plafoniera con globi rimovibili, lavarli nel lavandino e metterli ad asciugare. Altrimenti, polvere bene.
Pulire gli interruttori della luce e le maniglie con un panno e uno spray disinfettante.

Pulire le superfici e la conservazione

Utilizzare un panno umido pulito per spolverare tutte le superfici, i mobili, i telai delle porte e le lampade.


Ricorda che quando si spolvera, si desidera iniziare con le superfici più alte e lavorare in modo da evitare di far cadere polvere sugli oggetti che hai già pulito.ù


Usando lo strumento a fessura del tuo aspirapolvere, metti sottovuoto le pieghe del tuo materasso nudo fino a renderlo veramente pulito. Quindi capovolgere per aiutarlo a indossare uniformemente nel tempo. Se hai un cuscino, prova a ruotare la testa a piedi.


O togli le tende e lavali o asciugali pulendole secondo le istruzioni per la cura, oppure usa l’accessorio del tubo del vuoto per spolverarle accuratamente.


Rimuovi i vestiti dall’armadio e dall’ufficio. Aspirare bene l’armadio. Utilizzare di nuovo lo strumento interstiziale per pulire tutti gli angoli e pulire i ripiani con un panno umido.ù


Pulire l’interno e l’esterno dei cassetti dell’ufficio e spolverare la parte superiore. Riporta i vestiti al loro posto.

Pulire i pavimenti

Utilizzare un panno in microfibra e acqua calda e sapone per pulire i battiscopa.
Utilizzare l’estensione del vuoto per pulire sotto il letto. Togli tutti i tappetini e l’aspirapolvere o semplicemente dai loro battiti fuori moda.
Se si dispone di pavimenti in legno , aspirare e asciugare il pavimento.
Per rinfrescare i tappeti, cospargere del bicarbonato e lasciarlo riposare per alcuni minuti. Quindi, aspirale due volte il tappeto, una volta in ciascuna direzione, per pulire a fondo la pila del tappeto.
Credito extra

Se si esegue un umidificatore in camera da letto , riempire il serbatoio con un mix 1 a 1 di acqua e aceto e lasciare riposare per alcune ore prima di risciacquare bene. Pulire il corpo e erogare e asciugare.
Mentre ci sei, controlla il rilevatore di fumo per assicurarti che funzioni.

Come pulire i segni d’acqua su un piano di cottura in vetro

pulizia piani di cottura in vetro

La rimozione di macchie causate dall’acqua su un piano di cottura in vetro può essere difficile, in quanto generalmente non possono essere rimosse facilmente con un normale detergente.

Ecco alcuni suggerimenti generali sulla pulizia per aiutarti a rimuovere quellesuperfici.

Passaggio 1: pulisci la superficie

Per assicurarsi che non ci sia altro da rimuovere sulla stufa, pulire la superficie con uno straccio per piatti caldo e umido e un detergente.

Al momento dell’acquisto di un detergente, assicurarsi sempre che sia adatto per l’uso su un piano di cottura in vetro, in quanto alcuni agenti possono causare più danni alla superficie.


Quando si pulisce l’intero piano di cottura, è più facile riempire un piccolo secchio o una ciotola con acqua calda e aggiungere il detergente. Inumidisci l’asciugamano nell’acqua e fai asciugare l’area.

Ciò consentirà una copertura uniforme del detersivo sulla stufa e non dovrai usare tanto prodotto, risparmiando un po ‘di soldi.

Prestare particolare attenzione ai punti più colpiti dallo sfregamento. È importante utilizzare uno straccio morbido e pulito e non usare mai lana d’acciaio o altri abrasivi che potrebbero graffiare e danneggiare la superficie.

I piani di cottura in vetro possono essere molto costosi da sostituire.

Questa pulizia iniziale aiuterà anche a rimuovere il cibo bruciato e qualsiasi grasso che potrebbe rimanere sul tuo piano di cottura. Tuttavia, per rimuovere completamente questi potrebbe essere necessario utilizzare un prodotto aggiuntivo, come ad esempio uno sgrassatore.

Passaggio 2: asciugare il piano di cottura con un asciugamano

Dopo aver passato l’intera superficie del piano di cottura e prestando particolare attenzione ai segni di acqua dura, puliscilo con un panno morbido asciutto o diversi asciugamani di carta per assicurarti che rimuova le macchie. Se non rimuove immediatamente le macchie, potrebbe essere necessario ripetere il processo un paio di volte.

Fase 3 – Prestare particolare attenzione alle piccole gocce d’acqua

Se vuoi solo occuparti di macchie d’acqua più piccole sulla superficie della tua stufa, spruzza un po ‘di detergente (circa la dimensione di una monetina) sul punto che vorresti pulire. Utilizzando una salvietta di carta o un asciugamano morbido, strofinare energicamente la macchia.

Alcuni punti non si riescono a pulire se non vengono continuamente ripuliti nel tempo. È possibile lasciare in azione il detersivo per un po ‘di tempo per dare più energia durante lo strofinamento, ma non è consigliabile lasciar fermare l’acqua sul fornello, in quanto potrebbe causare più segni.

Passaggio 4: evitare futuri segni d’acqua

Molte macchie d’acqua sono causate da una pentola che bolle per la cottura del riso o della pasta, anche se possono risultare dalla pulizia del piano di cottura con una spugna o un tovagliolo di carta umido.

Assicurati di pulire ogni goccia d’acqua sul tuo piano di cottura il prima possibile per evitare macchie alla superficie. Usa un detergente morbido e asciugalo con un morbido strofinaccio.

Mantieni il tuo piano di cottura in vetro dandogli un buon lavaggio una volta alla settimana con un buon detergente

Come pulire gli armadi da cucina in legno

pulizia della cucina

Gli armadi da cucina subiscono molta usura. Grassi, particelle di cibo e polvere possono accumularsi negli armadietti e risultare difficili da rimuovere, quindi è una buona idea pulire spesso i mobili. Quando hai bisogno di fare una pulizia profonda, usare un detergente naturale come il bicarbonato evita che la vernice si stacchi. Completa una pulizia accurata lucidando i tuoi armadi in legno per farli sembrare di nuovo nuovi.


Metodo 1. Pulizia giornaliera


Fai una soluzione di aceto. Mescolare una tazza di aceto bianco con una tazza di acqua. Questa soluzione detergente delicata è perfetta per l’uso quotidiano su armadi di legno. Non deformerà il legno né toglierà il traguardo.


Se non ti piace la pulizia con l’aceto, puoi invece usare una soluzione di sapone leggero. Mescolare un cucchiaino di sapone per i piatti con una tazza di acqua. È inoltre possibile utilizzare una soluzione commerciale sgrassante domestico, se ne avete uno.


Non usare detergenti aggressivi per tutti gli usi sui tuoi mobili. Possono causare scolorimento e deformazioni.


Pulire l’esterno dei mobili dopo la cottura. Grasso e particelle di cibo possono accumularsi sulle superfici dell’armadio ogni volta che si cuoce. Pulire i mobili ogni volta che cucini farà molto per mantenerli in buona forma. Immergere un panno pulito o uno straccio nella soluzione di aceto e usarlo per pulire le porte dell’armadio e sotto gli armadietti.


Non si vuole bagnare i mobili perché l’umidità potrebbe deformare il legno. Strizzare il panno che stai usando in modo che sia umido, ma non gocciolante.


L’odore di aceto andrà via non appena i mobili si asciugheranno.


Se la soluzione di aceto non funziona, potrebbe essere necessario acquistare una soluzione sgrassante per uso domestico.


Asciugare gli armadi con un panno pulito. Dal momento che l’umidità che si trova sugli armadietti può causare la deformazione del legno, tornare sopra gli armadi con un panno pulito e asciutto per rimuovere tutte le tracce di soluzione detergente.


Pulisci regolarmente l’interno degli armadietti. È probabile che le spezie e gli altri alimenti che conservi nei tuoi armadietti si rovesciano a volte, quindi tieni pulito l’interno dei mobili pulendoli ogni poche settimane.

Rimuovi tutto dai tuoi armadi e pulisci gli armadi con una soluzione di aceto o sapone delicato. Asciugare gli armadi con un asciugamano pulito, quindi rimettere tutto sugli scaffali.
Se hai a che fare con un sacco di cibo versato nei tuoi armadi, potresti voler investire in alcuni buoni contenitori per alimenti. L’uso di barattoli di vetro o metallo per conservare spezie e prodotti secchi protegge il cibo dagli insetti e riduce al minimo le fuoriuscite.
Le fodere dell’armadietto possono rendere facile la pulizia dell’interno dei mobili. Prendi in considerazione di allineare i tuoi armadi con le fodere in gomma; quando è il momento di pulire i tuoi armadi, puoi semplicemente rimuovere i rivestimenti, risciacquarli e asciugarli e rimetterli negli armadietti.

Spolvera regolarmente i mobili. Per l’accumulo e la lucidatura delicati della polvere, utilizzare un panno morbido e asciutto per pulire le superfici interne ed esterne dell’armadio. È particolarmente importante spolverare regolarmente la parte esterna dei mobili della cucina, poiché il grasso e il vapore prodotti durante la cottura raffredderanno la polvere sulle superfici dell’armadio, rendendo più difficile la pulizia se lo si fa raramente.


Metodo 2. Pulizia profonda


Acquistare detergente per legno con sapone per olio. Questo prodotto è progettato per rimuovere il grasso e altre sostanze incrostate senza danneggiare le superfici in legno. Il sapone oleoso è più forte dell’aceto o una semplice soluzione per sapone per i piatti, quindi è un buon prodotto da avere a portata di mano quando si desidera dare una pulizia profonda ai mobili. Se i tuoi armadi hanno uno strato di grasso appiccicoso e appiccicoso, il sapone per olio è quello che vuoi usare per pulirli.

Se trovi che hai bisogno di qualcosa di un po ‘più forte, prova una soluzione industriale sgrassante.


Prova il pulitore in un posto poco appariscente. Se la vernice diventa bianca o confusa, non usare il detergente e testare una soluzione di sapone neutro alternativa.
Applicare il sapone per olio ai vostri armadietti. Utilizzare un panno morbido per strofinare il sapone olio sui mobili con un movimento circolare.

Evitare di premere troppo forte, poiché non si vuole raschiare via la vernice. Continuare a sfregare il sapone d’olio nella superficie dell’armadietto fino a quando tutto il grasso superficiale è stato rimosso.


Fai un ripasso sopra gli armadi con un panno pulito. Rimuovere tutti i residui dal grasso e dal detergente per olio in modo che la superficie dei mobili sia completamente pulita.

Utilizzare il bicarbonato di sodio per maneggiare sostanze densamente incrostate. Le fuoriuscite di cibo lasciate incustodite per lungo tempo possono indurirsi e diventare abbastanza difficili da rimuovere.

Il bicarbonato di sodio agisce come un leggero abrasivo che rimuoverà la sostanza secca senza rovinare il legno. Mescolare il bicarbonato con acqua a sufficienza per ottenere una pasta densa. Immergere un panno nella pasta e usarlo per rimuovere la sostanza incrostata.


Se la sostanza non si muove ancora, applicare la pasta e lasciarla a bagno per 15 minuti prima di strofinare via.
Si consiglia di utilizzare una spatola sottile o un altro strumento per aiutare a raschiare via la sostanza. Fai molta attenzione a non graffiare il tuo armadietto.

Metodo 3. Lucidatura


Scegli un lucido per mobili o cera. Un esterno lucido dell’armadio darà alla tua cucina un aspetto caldo e luminoso, facendo emergere il vero carattere del legno. La maggior parte dei lucidi lascerà uno splendore alto o un basso splendore, quindi scegli quello più adatto alle tue preferenze e al look della tua cucina.


Assicurarsi che gli armadietti siano puliti prima di applicare lo smalto. Applicare lo smalto su grasso e polvere provocherà un disastro, quindi assicurati di pulire i mobili prima di lucidare. Rimuovere tutto il grasso e gli alimenti incrostati, quindi passare un panno pulito sopra gli armadietti per raccogliere residui e polvere prima di procedere.


Riporre lo smalto su un panno pulito e asciutto. Utilizzare un panno morbido o un panno in microfibra per evitare di graffiare il legno.


Strofina lo smalto su una piccola area esterna dell’armadio. Lavorare su sezioni di quattro o cinque pollici per assicurarsi che l’intera superficie dei mobili sia lucidata in modo uniforme. Strofina lo smalto con un leggero movimento circolare.
Se stai usando la cera per lucidare i tuoi armadi, lascialo riposare per alcuni minuti prima di procedere al passaggio successivo.

Tamponare l’area con un secondo panno pulito. Questo rimuove lo smalto in eccesso, lasciando la macchia lucida e brillante.


Continua lucidatura e lucidatura. Passa alla prossima piccola area fino a quando non hai finito di lucidare e lucidare l’intero esterno dei tuoi armadietti.