Layout della cucina: tutto ciò che devi sapere

la cucina e come disporla

Il giusto design creerà uno spazio efficiente, sicuro e confortevole per tutta la famiglia

Possono essere costruiti per cucinare, ma le cucine di oggi sono spesso progettate pensando a molto di più. A seconda delle dimensioni della tua stanza, potresti voler combinare le aree di cottura e preparazione con le zone pranzo e soggiorno in un unico spazio aperto. Ecco perché è così importante conoscere i layout di cucina più comuni e scegliere quello giusto per il tuo spazio.

Molte persone al giorno d’oggi desiderano un centro familiare in cui tutti possano riunirsi per i pasti, ma hanno ancora spazio per fare le proprie cose: rilassarsi sul divano, mettersi al passo con la TV, navigare in Internet o fare i compiti. Anche se non hai un sacco di spazio, avere un posto in cucina per goderti un bicchiere di vino o una cena con gli amici ti permetterà di prendere parte alla conversazione mentre prepari il pasto.

Quando si tratta della parte funzionale della stanza, una buona disposizione sfrutterà al massimo lo spazio disponibile e manterrà tutto ben organizzato, con gli oggetti più usati regolarmente a portata di mano. Ma non si tratta solo di archiviazione. Il flusso è una considerazione importante. Soprattutto in uno spazio a pianta aperta o dove ci sono diverse porte o un’isola da aggirare.

L’uso del layout per indirizzare il traffico lontano da punti caldi pericolosi e verso aree di facile utilizzo, come un frigorifero per bevande o un’area salotto, assicurerà che la tua cucina sia uno spazio pratico, sicuro e socievole per tutti i suoi utenti, compresi ospiti e bambini.

Come pianificare un layout di cucina

Nella maggior parte dei casi, le dimensioni e la forma della tua stanza determineranno il design più adatto ed è sempre utile considerare il classico “triangolo di lavoro”. Questo concetto è progettato per ridurre al minimo lo sforzo e la distanza percorsa tra lavandino, frigorifero e fornello posizionandoli su tre punti di un triangolo.

Questo approccio funziona con la maggior parte dei layout della cucina, anche se, se si devono far scorrere tutti gli elettrodomestici e il lavandino lungo una parete, potrebbe essere necessario “appiattire” il triangolo. Per fare ciò, posiziona i tre punti in una linea con solo pochi passi tra cui camminare.

Tuttavia, nulla è incastonato nella pietra. “Se il triangolo funziona nella tua cucina, è fantastico, ma non pensare che devi esserne schiavo”, afferma Mark Wilkinson, designer di cucine. “Se devi fare qualche passo in più, ne varrà la pena se ciò significa che puoi includere un elemento extra che ti piace davvero che altrimenti non si adatterebbe al design.”

Esistono alternative al triangolo di lavoro?

Come Mark Wilkinson, ci sono molti altri designer che pensano che il triangolo possa essere troppo rigido e che preferiscono pensare alla cucina in termini di zone. Il concetto di “Spazio dinamico di Blum” si basa sull’organizzazione del layout come zone di attività progettate in senso orario (o antiorario).

Le attività potrebbero includere lo svuotamento della lavastoviglie (riporre le stoviglie nelle vicinanze), preparare la colazione (tenere insieme tutte le cose per la colazione), preparare i pasti (utensili, taglieri e bidoni negli appositi ripiani sotto il piano di lavoro), cucinare (conservare pentole, padelle e utensili in un cassetto sotto il piano cottura con bottiglie di olio e spezie in un cassetto vicino) e pulizia (materiali per la pulizia vicino al lavandino).

Con tutto a portata di mano, puoi quindi creare il flusso di lavoro più conveniente.

Come controllo il flusso di persone in cucina?

L’area di lavoro può essere cruciale, ma anche il movimento delle persone nello spazio della cucina nel suo insieme necessita di un’attenta riflessione. Gli obiettivi principali sono quelli di tenere i bambini lontani dai punti pericolosi e impedire agli ospiti di ostacolarti. Cerca di posizionare il frigorifero sulla soglia in modo che i bambini possano accedere a bevande e snack senza deviare sul percorso. Negli spazi a pianta aperta, assicurati che il percorso dall’ingresso al giardino sia libero e pensa al modo migliore per indirizzare i tuoi ospiti verso le aree salotto.

Un’isola può fungere da utile scudo per il cuoco – posizionare gli sgabelli da bar lungo il lato opposto per offrire agli ospiti un posto dove posarsi a distanza di sicurezza. “in un ampio spazio, considera l’utilizzo di due isole per creare possibilità a flusso multiplo”, afferma Graham Barnard, MD di Matrix Kitchens.

Prova a cambiare l’arredamento per delimitare le aree pranzo, salotto, cucina e ufficio separate in uno spazio multifunzionale. “Ciò può essere ottenuto utilizzando diverse finiture del pavimento, colori della vernice e illuminazione in ciascuna delle zone”, afferma Robert Burnett, responsabile del design di Holloways of Ludlow.

“Non dimenticare, puoi sempre posizionare strategicamente un muro o includere un divisorio come un muro a mezza altezza o un’unità di archiviazione, per aiutare a schermare determinate aree”, consiglia Scott Nicholson, MD di Chamber Furniture. “Deve essere posizionato con cura in modo da non bloccare la luce, ma stiamo usando queste funzionalità con molto successo in un numero crescente di nostri progetti.”

La mia cucina non ha una forma standard – cosa devo fare?

Non tutte le cucine sono cubi o rettangoli standard. Alcuni sono scatole di vetro con spazio limitato sulle pareti, altri hanno soffitti inclinati, mentre potresti avere anche funzioni complicate da aggirare come pilastri o numerose porte d’ingresso. Un esperto designer di cucine si sarà già imbattuto in tutti questi tipi di problemi, quindi chiedi loro un consiglio.

“Spesso non è possibile sbarazzarsi dei pilastri strutturali”, afferma Scott Nicholson, “ma a volte è possibile spostarli e anche spostarsi di mezzo metro può avere un impatto enorme in alcune stanze. Di solito puoi convertire qualcosa di negativo in una caratteristica positiva se la gestisci in modo fantasioso, ad esempio prova a costruire un pilastro in un’isola per creare una caratteristica architettonica.

Le stanze a forma di L e di forma a T possono essere effettivamente divise in zone, dedicando una gamba a pranzo o ripostiglio e mantenendo la cucina di lavoro nell’altra.

Se acquisti una proprietà con pareti curve, come una casa a schiera, di solito è perché ti piace il suo stile – “quindi sfrutta al massimo la sua eccentricità con gli armadi che seguono le curve”, consiglia Scott. Anche se questo significa che devi acquistare mobili su misura più costosi, potresti non averne bisogno in grande quantità per creare un effetto drammatico.

Scegli la migliore disposizione della cucina per te


Layout della cucina della cambusa


Che cos’è? Prende il nome dalla cucina della piccola nave, la cucina classica ha una sola fila di unità, mentre la doppia cucina ha due, che corrono parallele.

Perché sceglierlo È il layout ideale per stanze strette, ma è anche un’opzione popolare negli spazi open space in cui una lunga isola corre parallela alle unità lungo una parete. Sebbene sia tradizionalmente lungo e stretto, può essere eccezionalmente funzionale se pianificato correttamente.

Suggerimenti di progettazione Prova a separare la zona di cottura dall’area umida con una lunghezza del piano di lavoro in mezzo: il piano di lavoro in totale dovrebbe essere lungo almeno tre metri.

Puntare ad almeno 1,2 m tra le porte di fronte e includere un’efficace zona di cottura triangolare con il frigorifero su una parete e il lavello e il piano cottura opposti (o una variazione su questo tema). se lo spazio lo consente, è meglio evitare di avere unità alte che potrebbero accentuare lo spazio ristretto. Per lo stesso motivo, attenersi a colori più chiari per mantenere la stanza luminosa e ariosa.

Fare attenzione a non installare troppi pensili, in quanto potrebbe far sembrare ingombra la tua cucina.

Disposizione della cucina a forma di U.


Che cos’è? Una soluzione comune per ambienti di medie dimensioni è far funzionare le unità attorno a tre pareti a forma di U.

Perché sceglierlo È estremamente pratico, poiché puoi avere la cucina e il piano cottura al centro, con lavello e frigorifero alle due estremità della U per creare il triangolo di lavoro perfetto. Questo layout offre inoltre un ampio spazio di lavoro e puoi utilizzare accessori interni intelligenti per ottenere il massimo dagli armadi ad angolo.

Suggerimenti per la progettazione

Con un’area del piano di lavoro così ampia, una superficie ben scelta può davvero emergere, quindi scegli qualcosa di sorprendente. Prendi in considerazione materiali a superficie solida come Corian, che può spazzare gli angoli senza soluzione di continuità.
Se la stanza è particolarmente compatta, cerca di avere almeno due metri di spazio al centro. Anche le piccole stanze trarrebbero beneficio da unità e piani di lavoro a profondità ridotta, quindi chiedi al tuo fornitore se questa è un’opzione.

In una stanza più grande, potresti avere abbastanza spazio per un’isola o un tavolo e sedie al centro della U. Oppure, in una cucina classica, la terza gamba della tua forma a U potrebbe essere una penisola – un’isola lunga uniti a un’estremità al muro, tra cucina e sala da pranzo.

Se la tua stanza è a pianta aperta e trascorri molto tempo divertente, potresti pensare di avere la maggior parte della tua cucina progettata come un’isola a forma di U, che può quindi diventare un vero teatro da cuoco. O crea una forma a G, con una penisola unita a una delle pareti.

Il tuo layout perfetto? Vedi Creare la cucina a forma di U perfetta

Disposizione della cucina a “L”
Che cos’è? Un design davvero versatile, la cucina a forma di L comprende due serie di armadi ad angolo retto lungo le pareti adiacenti.

Pianta della cucina a “L”

Perché sceglierlo Qui puoi creare il triangolo di lavoro definitivo con il frigorifero a un’estremità della L, il piano di cottura dall’altra e il lavandino in mezzo. Questo layout sembra aperto, ma può essere più complicato da lavorare.

Suggerimenti per la progettazione.

Assicurati che ci sia spazio sufficiente tra ciascuna zona e prendi in considerazione l’installazione di una banca di apparecchi integrati su un lato per facilità d’uso e un effetto semplificato.

Il miglior posizionamento ergonomico ha il piano cottura su una parete e il lavandino e il frigorifero dall’altra. Ma assicurati che ci sia uno spazio di lavoro adeguato tra questi elementi. Questo può essere un layout efficiente per un cuoco, ma due possono trovarsi sotto i piedi dell’altro. Potresti includere un lavandino di preparazione extra per alleviare la pressione.

Se lo spazio lo consente, puoi anche posizionare un piccolo tavolo da pranzo sul lato.

Case costruite da te

fai da te immobiliare

Tutto ciò che devi sapere sul costo, sulla procedura e sulla ricerca di un terreno per una nuova casa.


Hai sogni della tua casa autocostruita Lego-styleQuindi adori un set Lego e ti va di provare la versione per adulti: un gioco da ragazzi? Lungi dall’essere un gioco da ragazzi, costruire la propria casa è una delle mosse più grandi e coraggiose che tu abbia mai fatto. Ma può anche essere estremamente gratificante e un modo per creare una casa perfetta per te, dalle dimensioni del bagno alla forma della scala.

Inoltre, non è necessaria alcuna esperienza precedente in quanto è disponibile un sacco di aiuto di esperti. Ad esempio, il portale Self Build ti guida attraverso varie opzioni di costruzione, da case singole a costruzioni personalizzate in loco con altri. Ciò di cui hai bisogno è coraggio e dedizione. E quando finalmente entrerai, il senso di realizzazione che sentirai sarà imbattibile.

“Scegliere di costruire da zero piuttosto che rinnovare può portarti esattamente la casa che desideri”, afferma Paul Newman, direttore dell’auto-costruzione di Potton. “E poiché le proprietà di nuova costruzione sono classificate a zero per l’IVA, anche i costi sono ridotti.”

Scopri tutto ciò che devi sapere sull’acquisto, la vendita e il finanziamento con la nostra consulenza immobiliare

La nostra guida alle nozioni di base su come costruire una casa illustra come iniziare e cosa puoi aspettarti dal tuo budget.

Dove posso costruire e come posso trovare il miglior progetto?
Prima di tutto, decidi dove ti piacerebbe vivere, quindi contatta gli agenti locali e registrati con i portali di ricerca della trama online. Vale anche la pena andare in giro per identificare eventuali siti di riempimento o terreni. Controllare anche i consigli locali per le nuove domande di pianificazione – quindi rivolgersi direttamente al richiedente per evitare le spese di agente immobiliare. Anche le società di case personalizzate possono fornire suggerimenti.

PlotBrowser è un portale di ricerca online gratuito che include collegamenti alle ricerche delle applicazioni di pianificazione delle autorità locali in modo da poter controllare facilmente lo stato di pianificazione di un diagramma.

Quando hai la tua trama, contatta il consiglio locale per scoprire come ottenere l’autorizzazione per la pianificazione – trova i dettagli su come farlo nel portale di pianificazione del governo . se la tua trama ha già questo, verifica che l’approvazione della pianificazione sia ancora attuale. I vicini possono anche avere voce in capitolo in ciò che costruisci, quindi parlane attraverso i piani per metterli dalla parte.

Posso sostituire un edificio esistente?
Sì, quindi non scartare i lotti con proprietà su di essi. Puoi anche usare parte del tuo giardino per una nuova casa. I costi di demolizione sono relativamente economici (circa £ 5.000- £ 15.000, a seconda delle dimensioni e della posizione della proprietà).

Se un edificio non è sicuro (e non elencato), l’ufficio di pianificazione dovrebbe supportare la demolizione del sito. Ma assicurati che permetteranno la tua sostituzione, specialmente se è più grande dell’originale o se vuoi posizionarlo altrove sulla trama.

Quanto costa costruire una casa?

Oltre alla tariffa della trama e alle eventuali spese legali risultanti, circa £ 1.500- £ 3.000 al mq è una guida equa per i costruttori di auto-costruzione. Ci sono costi aggiuntivi che potrebbero farti inciampare. Ad esempio, il prezzo della connessione ai servizi dipende dalla vicinanza della trama alle forniture esistenti.

Hai un mutuo se costruisci la tua casa?
Puoi finanziare la costruzione di una casa con un mutuo, sì. Anche se avrai bisogno di un deposito ragionevolmente grande (almeno dal 15 al 20%), sia per il terreno che per i costi di costruzione.

Innanzitutto, dovrai impostare – e attenersi a – un budget realistico per l’acquisto di terreni e i costi di costruzione. È fondamentale per il successo del tuo progetto. Fattore in un fondo di emergenza di almeno il 10-15% del budget che ha coperto il finanziamento fin dall’inizio. No, e potresti trovare i soldi difficili da trovare.

Prendi una “decisione in linea di principio” da un creditore ipotecario prima di iniziare a cercare un appezzamento di terreno, in modo da sapere esattamente quanto puoi prendere in prestito.

Il denaro per i progetti autocostruiti viene rilasciato in più fasi man mano che la costruzione procede. Di solito dopo il completamento di una fase, ma a volte prima, il che è molto meglio per il tuo flusso di cassa.

Suggerimento : BuildStore spiega le opzioni di finanziamento self-build e include guide su come funzionano i mutui self-build. I suoi broker ipotecari possono anche aiutare a garantire finanziamenti.

Chi costruirà la mia casa?

Il percorso più popolare è commissionare a un architetto o uno sviluppatore la progettazione e la costruzione della tua casa. Questo tipo di soluzione chiavi in ​​mano, che include l’autorizzazione alla pianificazione e le spese di progettazione, è il percorso più rapido e meno stressante.

Le società specializzate in kit casa spesso offrono una gamma di pacchetti, a seconda del budget e di quanto vuoi fare da solo. Può essere tanto semplice quanto realizzare e installare una struttura in legno, fino alla correzione finale e alla decorazione. Un altro percorso popolare è quello di assumere un’impresa edile locale con il responsabile del sito, che lavorerà ai tuoi disegni.

Come posso mantenere bassi i costi?

Impegnarsi presto nella progettazione, poiché apportare modifiche durante la creazione può rivelarsi costoso.
La gestione dei progetti della tua build può far risparmiare circa il 15-20 percento dei costi di build, ma assicurati di avere il tempo, l’energia e il nous necessari per ricercare i materiali migliori, contrattare i prezzi e reperire e gestire gli scambi in modo efficiente. Se hai le competenze e il tempo disponibili, una build completamente fai-da-te è senza dubbio la via più economica, ma raramente la più veloce.
Mantieni il design semplice e puoi costruire una confortevole casa a quattro letti con un ingombro di 150 mq per circa £ 150.000-200.000.
Ricorda di conservare le tue ricevute, poiché anche se pagherai l’IVA in anticipo, puoi richiederlo una volta completata la compilazione.

Idee e progetti di riciclaggio

riciclaggio e fai da te

Preparati per alcuni divertenti progetti di upcycling

L’upcycling consiste nel dare nuova vita a vecchi oggetti, che si tratti di mobili, accessori per la casa o persino abiti.

Che tu sia un professionista esperto di upcycling o un principiante completo, sei nel posto giusto: abbiamo una vasta gamma di progetti di upcycling che puoi provare, con idee per soluzioni rapide di un’ora e progetti per un weekend più lungo da rimanere davvero bloccati in.
Pensa al riciclo come riciclare vecchi oggetti in pezzi molto più carini per la tua casa. Quindi, prima di buttare giù quel vecchio sgabello stanco o abbandonare la tua scrivania datata per un nuovo mobile sciccoso, fermati e pensa a come i tuoi amati pezzi potrebbero essere aggiornati e riutilizzati.

Prima di condividere le nostre imbarcazioni preferite per il riciclo, ecco alcuni suggerimenti generali per l’avvio di un progetto:

  1. Riunisci tutte le tue attrezzature per il riciclo prima di iniziare – questo ti aiuterà a tenere a bada i livelli di stress mentre lavori durante il tuo progetto.
  2. Gli errori accadono – non fatevi prendere dal panico se lo fanno. La maggior parte sono completamente recuperabili.
  3. Se vuoi provare l’upcycling ma sei preoccupato di gestire un mobile che usi regolarmente, dai un’occhiata alle vendite di scarponi locali e ai negozi di spazzatura per affari che non ti dispiacerà usare come cavie.
  4. Mescola tessuti, trame, colori e materiali.
  5. Leviga sempre leggermente verso il basso i mobili in legno prima di verniciarli – farà una grande differenza per la finitura ed è facile da realizzare.
  6. Buon divertimento! L’upcycling è pensato per essere molto divertente, quindi non stressarti troppo se il progetto finito non è perfetto come hai immaginato. Ce l’hai fatta, quindi sembrerà fatta in casa.

Come progettare una stanza

progetto a casa

Progettare una stanza può essere un processo divertente e creativo, ma può anche richiedere molto tempo. Per le persone che non hanno una precedente esperienza nel design o che non hanno uno sguardo creativo, può essere davvero scoraggiante. Per semplificare il processo, inizia a capire il tuo stile personale e il tipo di ambiente che desideri trasmettere. Quindi, trova le idee per lo spazio specifico che desideri progettare e crea un modello di ciò che vuoi che sia il prodotto finale. Infine, fai i tuoi acquisti e progetta il tuo spazio, sapendo che è tutto tuo dall’inizio alla fine!

Capire il tuo stile

Pensa alla tua personalità del design. Ognuno è diverso quando si tratta del tipo di stanze che gli piace di più, quindi privilegia la messa a fuoco sulla / e stanza / e che desideri. Alcune camere sono scarsamente decorate con mobili moderni e pareti bianche e rigide; altri sono riccamente decorati con mobili raffinati, tessuti pesanti e colori scuri. La chiave è trovare ciò che ami di più e in cui vuoi vivere, quindi trova i modi per farlo vivere nello spazio specifico che stai progettando. Ci sono molti quiz online che puoi fare per determinare il tuo design estetico; per cominciare, pensa a quale di questi descrive meglio la tua personalità:
Accogliente e rustico: potresti avere una personalità di design rustico se ami la campagna e sei attratto da superfici naturali come legno caldo, cuoio pregiato e pietra.
Moderno e urbano: potresti avere un’estetica moderna se ami la grande città, viaggi e sei attratto da linee audaci e nitide, forme geometriche e superfici come il vetro e il cromo.
Casual: potresti apprezzare un approccio al design casual se ti piacciono i colori e le trame moderne, ma con linee pulite e decorazioni sparse. Disegni casual presentano superfici naturali, colori allegri e comfort.
Crea un elenco di idee.
Se non sei sicuro di quale sia il tuo stile di arredamento o come iniziare con il design della stanza, devi iniziare osservando i tipi di cose a cui sei attratto. Puoi utilizzare una grande bacheca di sughero, una lavagna per poster o una lavagna virtuale (ad esempio su Pinterest) come luogo in cui organizzare la tua ispirazione e capire cosa unisce le diverse cose che ti piacciono. [4] È meglio se appuntamenti temporanei sulla lavagna (piuttosto che attaccare con la colla) in modo da poter rimuovere le cose a tuo piacimento.
Cerca cose come tessuti, motivi, colori di pittura, foto di stanze, immagini “d’atmosfera” di cose che ti ispirano (come foto di natura, animali domestici, paesaggi urbani, bambini, ecc.) E immagini di mobili, elettrodomestici o apparecchi che ami .
Quando inizi a raccogliere idee, non preoccuparti dei prezzi; di solito puoi trovare qualcosa nello stesso stile o colore in vari punti di prezzo, dal lusso al vero affare
Approfitta degli esempi.
Ci sono molti posti in cui puoi cercare idee professionali e fai-da-te per qualunque spazio tu stia progettando. Ritaglia, stampa o scatta foto delle idee a cui sei attratto e appuntali sulla lavagna delle idee. Considera di cercare nei seguenti luoghi:
In linea. Puoi consultare i siti web dei designer professionisti, i blog fai-da-te per la casa o i siti Web associati a programmi televisivi (come il sito Web di HGTV). Puoi anche cercare siti di condivisione di foto come Pinterest o utilizzare parole chiave come “living room modern” o “living room southern”.
Riviste e libri. Visita la tua libreria o libreria locale per consultare riviste e libri dedicati alla progettazione, alla decorazione o anche a categorie di stili di vita più generali. Ad esempio, se stai progettando una cucina, una rivista di cucina può avere ottime foto di cucine, pentole e elettrodomestici. Se stai progettando uno spazio abitativo, le riviste di lifestyle (come riviste femminili, riviste di caccia o riviste per genitori) possono avere foto che ispirano anche il tuo spazio.
Showroom e negozi. Fai una rapida ricerca su internet per trovare negozi di mobili, studi di design e boutique della tua città. Poi fai un viaggio con la tua macchina fotografica pronta e ottieni foto di spazi finti o di particolari oggetti che ami. Puoi anche visitare grandi negozi di scatole per idee, specialmente per colori e stili particolari per vernici, pavimenti, infissi ed elettrodomestici.
Pensa alle case degli amici che ti ispirano.
Quando visiti i tuoi amici e familiari, come ti senti nelle loro case? Ci sono case che sembrano ingombre del decoro, sopra le righe o troppo audaci per il tuo stile? Ci sono case che sembrano troppo rare o minimali per i tuoi gusti? Capire come ti senti negli spazi di vita reali può aiutarti a capire quale stile vuoi portare nella tua casa.
C’è una casa in particolare dove ti senti a tuo agio, rilassato e riposato? Quali elementi degli spazi abitati ti piacciono di più e quale pensi sia meno ideale?
Se hai un amico che ha uno stile molto simile al tuo, chiedigli di aiutarti mentre lavori sul design della tua stanza. Anche se tutto il tuo amico può dire che è dove lui o lei ha acquistato i mobili e le decorazioni nella stanza, avrai un vantaggio mentre lavori nella tua stanza.
Pensa alla psicologia del colore.
Quando pianifichi il tuo spazio, tieni presente che colori, trame e layout diversi possono avere un impatto sul modo in cui le persone si sentono nella tua stanza. Il colore in particolare ha forti effetti psicologici sull’umore. Ad esempio,
Il rosso è associato alla passione, alla rabbia e al calore. Può anche essere opprimente e causare mal di testa. È un ottimo accento per una parete, o per un divano o un altro mobile, ma alcuni esperti suggeriscono che non si dovrebbe dipingere un’intera stanza rossa. [6] Più significativamente, gli studi hanno dimostrato che il rosso può compromettere le prestazioni nei compiti cognitivi, quindi deve essere usato con cautela in stanze come un ufficio o uno studio.
Il verde è associato alla calma, al riposo e all’equilibrio, ed è un ottimo colore per salotti e camere da letto. Tuttavia, troppo verde potrebbe portare l’energia fuori da una stanza, quindi combinala con un po ‘di rosso o arancione per neutralizzare i suoi effetti calmanti.
Il blu è noto come un colore calmante e intellettuale, ma può anche apparire freddo e poco invitante a meno che non si scelga un blu con una base calda anziché una base fredda (ad esempio, verde acqua o acquamarina anziché blu vero).
Il giallo e il giallo-verde sono considerati i meno piacevoli, ma il verde-giallo (cioè più verde del giallo) è considerato un colore dominante e stimolante.

Come progettare e costruire correttamente una cucina

Progettare una cucina

Prima di iniziare il processo di progettazione, la cosa più importante è capire come verrà utilizzata la cucina. Questo è un approccio di base che qualsiasi architetto deve adottare. Una cucina non può essere solo uno spazio avanzato o uno spazio da definire alla fine di un progetto. I progettisti devono capire che una cucina ha diversi flussi e diverse aree di lavoro che devono essere integrate nell’intero progetto.

Oltre allo stile o al design richiesto dal cliente, è importante definire un modulo per ottimizzare le prestazioni e minimizzare i costi di produzione dei vari pezzi. In questo modo, le misure di tutti i componenti di una cucina vengono impostate prima di definire lo spazio che le ospiterà.

Aree di lavoro e flusso
Ci sono una serie di studi che hanno definito 5 aree generali in una cucina:

Dispensa: spazio di conservazione degli alimenti, prodotti in scatola, frigorifero
Zona stoccaggio: elettrodomestici, utensili, pentole
Area lavandino: area di pulizia
Zona di preparazione: idealmente un ampio spazio su cui lavorare
Angolo cottura: stufa e forno.


Le aree di dispensa, lavandino, preparazione e cottura sono permanentemente combinate e correlate al processo di preparazione di un pasto nel modo più efficiente possibile. Il lavello, la preparazione e le zone di cottura creano una zona di lavoro triangolare stretta, che porta a diversi tipi di cucine.

In relazione a queste configurazioni, è importante capire come funzionano i diversi flussi di movimento. Il “triangolo di lavoro” dovrebbe essere tenuto liscio, evitando i movimenti di incrocio quando più di una persona sta lavorando. A questo punto è sempre bene chiedersi “Come mi piacerebbe usare la mia cucina?” O “Cosa mi piace o non mi piace di più della mia attuale cucina?” In questo modo possiamo progettare i nostri spazi con più senso.

Modulazione


All’inizio della progettazione e dello sviluppo delle planimetrie, è necessario ricordare che la cucina non è solo un vincolo casuale di una serie di mobili ed elettrodomestici, ma è costituita da moduli che devono seguire una logica di produzione. Se il design non è chiaro o non segue determinati parametri di costruzione ragionevoli, può generare conflitti tra l’architetto e il produttore di mobili.

Pertanto, la planimetria deve essere direttamente correlata alle aree superiori della stanza e qualsiasi apparecchiatura incorporata nel progetto deve corrispondere alla modulazione.

Per evitare problemi, la modulazione dovrebbe essere una condizione di progettazione in modo che nessun dispositivo possa essere posizionato in modo errato. Gli apparecchi devono essere montati in un singolo modulo, per evitare di collocarli tra due moduli diversi. Ad esempio, non è possibile inserire una lavastoviglie, un forno o un piano cottura tra due moduli. Se questo è fatto, non avrai nessun altro posto dove metterli (dato che non ci sarebbe il supporto), e questo rende più difficile l’installazione di altri elementi come condutture idrauliche e condutture elettriche.

Uno dei più grandi errori durante il processo di progettazione avviene mentre si cerca la simmetria. Ad esempio, quando si progetta un cabinet di base gli architetti tendono a disegnare linee verticali per indicare una separazione di un modulo e delle sue porte. Parti di dimensioni diverse vengono lasciate tra di loro per trovare la simmetria.

È essenziale capire che più volte si ripete la misura esatta del modulo, più facile sarà costruire e installare gli armadietti. La standardizzazione delle misurazioni è al 100% correlata al costo che avrà il progetto finale ed è la differenza tra un progetto realizzabile e uno che non lo è.


Dimensioni standard


Le misurazioni sono sempre correlate alle apparecchiature e, in alcuni casi, all’hardware disponibile sul mercato con misurazioni che erano già state progettate per adattarsi ai mobili della cucina.

Larghezza

Le larghezze standard di un modulo sono variabili e dipendono dall’uso che ogni modulo ha. Solitamente, tendono a lavorare in misure rotonde di 30 cm, 45 cm, 50 cm, 60 cm, 75 cm, 80 cm, 90 cm, 100 cm – tutte le misure sono considerate dal bordo esterno al bordo esterno del modulo.

Quando si pensa agli apparecchi, i moduli sono generalmente 60 cm e 90 cm per forni a microonde, piani cottura e scarichi. Un forno, ad esempio, misura poco meno di 60 cm ed è progettato per adattarsi perfettamente a una distanza di 60 cm compresi i lati.

Nel caso del lavandino, dipende dalla perforazione che devi fare sul bancone e se stai per montare il lavandino sopra o sotto il piano di lavoro. Ci sono modelli di lavelli che vanno da 30 cm a 90 cm di larghezza. Lo spazio tra il modulo e l’apparecchio deve essere di qualche centimetro in più. Non importa se la sezione della piastra di estrazione del lavello è supportata da uno o più moduli se è montata sopra il piano di lavoro.

L’hardware che desideri utilizzare avrà anche un impatto sulla larghezza di un modulo. Le cerniere sono utilizzate principalmente su moduli con ante mentre i cassetti richiedono guide per cassetti. Le cerniere possono davvero influire sulla larghezza del modulo. Nel caso dei cassetti, l’hardware definisce anche la larghezza del cassetto.

Le tradizionali guide per cassetti sono realizzate per cassetti nelle dimensioni di 40 cm, 50 cm o 60 cm, mentre le guide dei cassetti più avanzate consentono cassetti larghi fino a 120 cm.

È importante capire che le diapositive dei cassetti più avanzate, come quelle a chiusura ravvicinata, costano di più quindi è consigliabile utilizzare quelle più lunghe possibili. Esistono altri tipi di accessori che possono far apparire più elegante la cucina, come i portaspezie (da 15 cm a 20 cm), gli organizzatori (da 40 cm a 60 cm), i piatti (scaffali da 40 cm a 85 cm) ecc.

Profondità

I moduli base hanno una profondità standard di 60 cm. Questa misura prende in considerazione che i lati hanno una larghezza di 58 cm e aggiunge altri 1,8 cm per la larghezza della porta. Il piano di lavoro deve sempre superare la misura della profondità del modulo in modo che se qualcosa viene versato sul bancone, il liquido non gocciola direttamente sul legno. La profondità del modulo può diminuire per gli spazi che non includono gli elettrodomestici. Tuttavia, sconsigliamo di diminuire la profondità in quanto si applica generalmente a soluzioni per la cucina che non erano ben pensate per cominciare.

Nel caso dei moduli superiori ci sono due diverse dimensioni con cui lavorare: 30 cm o 35 cm, entrambi hanno scopi diversi. Quando si utilizza un design a microonde incorporato, è importante ricordare che il fondo deve essere di almeno 35 cm, in modo da lasciare spazio extra. Nel caso di un modulo che utilizza una profondità di 30 cm per il microonde, il fondo dovrebbe estendersi almeno 5 cm.

Per le torri, si consiglia di utilizzare la stessa profondità della base, idealmente 60 cm. Quando si considera un forno all’interno della torre, deve essere esattamente 60 cm di profondità. È importante tenere presente che il forno ha bisogno di uno spazio di circa 10 cm fino al soffitto per consentire il rilascio del calore nella parte posteriore. Attualmente ci sono forni che non richiedono questa apertura, quindi è sempre importante verificare le specifiche di ciascun dispositivo prima di considerare il design del modulo.

Altezza

Per i moduli di base, l’altezza è generalmente 90 cm dal pavimento al piano di lavoro. I moduli non devono mai avere un contatto diretto con il pavimento a causa dell’umidità, con lo spazio assegnato compreso tra 10 cm e 15 cm. Esistono serie di piedini regolabili sul mercato che consentono regolazioni per pavimenti che non sono al 100%. Questi possono infine essere chiusi con uno zoccolo, che tende ad essere un pezzo di truciolato o compensato rivestito con formico. Il battiscopa deve avere una rientranza di almeno 7,5 cm dal bordo delle porte. Esiste la possibilità di lasciare le gambe a vista ma non è consigliabile perché tende ad essere un luogo in cui si accumula la polvere.

Nel caso dei moduli superiori, questi sono ancorati al muro e devono essere posizionati ad un’altezza di 1,40 – 1,50 metri dal pavimento. Questa misura è correlata al 100% alla profondità del modulo base. Minore è la profondità della base, maggiore è l’altezza consigliata dei moduli superiori. Questo crea uno spazio di lavoro in cui il modulo superiore non è un ostacolo. È importante considerare le raccomandazioni dello scarico dell’aria che lo utilizzano nel progetto, poiché ognuna ha un volume specifico di estrazione dell’aria che dipende dalla sua distanza dal contatore.

Materiale


Come gli elettrodomestici, tutti i prodotti e i materiali hanno una dimensione standard e questo è essenziale per ottenere le migliori prestazioni possibili da essi.

Scaffalature e porte

Prism TFL è il materiale principale utilizzato per la costruzione di mobili da cucina ed è anche usato per realizzare scaffali e porte. È un materiale molto efficiente, poiché la sua durata stimata è più lunga di quella della cucina stessa, compresa tra 10 e 15 anni. Una struttura dell’armadio può essere prodotta usando melamina 15mm

Piani di lavoro

Esistono diversi tipi di materiali per i controsoffitti. I più comunemente usati sono:

Laminato: il banco nudo è ricoperto da un foglio di laminato ad alta pressione
Pietra: i tipi più comunemente usati sono quarzo, granito e marmo
Altro: materiali generalmente derivati ​​da un composto come l’acrilico
Le tendenze attuali puntano a rendere i controsoffitti il ​​più sottili possibile in modo che pietre e prodotti acrilici come Staron abbiano dimostrato di essere molto popolari poiché hanno uno spessore che va da 0,8 cm a 1,5 cm.


Battiscopa

In questa parte del cabinet, è meglio avere un prodotto con maggiore resistenza all’umidità, come il compensato rivestito in laminato. Un’altra opzione è quella di aggiungere accessori in metallo o in plastica realizzati da aziende di hardware.

Moduli o parti regolabili


Quando hai un mobile da cucina tra due pareti, devi lasciare spazio extra. Questo perché la costruzione non finisce mai con le stesse dimensioni del piano. Questi spazi possono essere presi in considerazione utilizzando pezzi regolabili che vanno da 5 cm a 10 cm.

L’uso di questi tipi di sostituzioni può essere evitato a seconda di come la cucina è stata progettata fin dall’inizio. Ad esempio, quando si progetta una cucina, la posizione del frigorifero o della zona pranzo può aiutare ad evitare questi pezzi regolabili, aggiungendo solo 5 cm a 10 cm allo spazio definito per il frigorifero o il tavolo. In questo caso invece di dare 70 cm di spazio per un frigorifero, lasciamo 75 cm.

Ci sono altri casi in cui si è costretti a usare un pezzo adatto, come in una cucina a forma di L. Per evitare ciò è possibile sviluppare un modulo di regolazione corretto nell’angolo. Il modulo viene lasciato separato dalla parete laterale di circa 20 cm e quindi, una volta costruito, se è inferiore a quello previsto, saranno solo quei 20 cm di spazio che fanno la differenza. Non dimenticare che questi spazi vuoti saranno nascosti dai controsoffitti.

Tendenze

Ci sono innumerevoli opzioni disponibili per le finiture della cucina. La combinazione di colori e forme è disponibile in qualsiasi materiale desiderato (melamina, ceramica, maniglie, elettrodomestici, ecc.). Grazie a ciò, non è possibile avere una cucina poco attraente, solo una mal fatta o pianificata. Pertanto, in termini di gusto, è importante ascoltare e capire il cliente al fine di identificare quale stile e immagine è quello che è meglio per la loro cucina.

Inoltre, ci sono anche piccoli dettagli che possono fare la differenza tra una cucina moderna e una tradizionale:

Controsoffitti sottili: questa tendenza si ripete sempre più nelle fiere internazionali del design che mostrano lo spessore del cabinet
Maniglie interne: rendono le porte lucide evitando l’uso di maniglie tradizionali. Un’opzione è l’uso di maniglie diritte che si trovano sul bordo della porta o sistemi automatici che aprono la porta quando viene premuto
Nuove tecnologie: cassetti larghi 1 metro con hardware che regge il peso, o l’installazione di portaspezie e rastrelliere per piatti visibili sono buoni esempi di nuove tecnologie. Ci sono sempre più accessori per la cucina che consentono la personalizzazione rendendo ogni cucina unica
Illuminazione: l’uso di luci a LED incorporato negli armadi per una soluzione integrale
Design: I modelli in laminato TFL consentono la personalizzazione e la personalizzazione di ogni pezzo. Attraverso la nuova linea Nordic Contemporary, è possibile avere uno stile completamente unico attraverso i disegni in legno. Con striature, trame e aspetto naturale simile al legno, una varietà di colori dal rustico al design con un tocco più scandinavo, o il nuovo unicolor che sono in grado di eguagliare perfettamente l’un l’altro, ad esempio. Allo stesso modo, un modo per conferire maggior valore a un cabinet è sostituire il tradizionale bianco per uno di questi nuovi colori che evidenzia ciò che è conservato all’interno, come i piatti.

Raccomandazioni

  1. Utilizzare protezioni per le viti. Questi possono essere nascosti con l’uso di tasselli di legno. Il processo è più lento e più costoso ma lascia un aspetto migliore.
  2. Distanziare il ripiano dal mobiletto è una tendenza. Tuttavia, quando lo fai dovresti lasciare uno spazio abbastanza grande (idealmente 30 cm o più) in modo che sia facile da pulire. Spazi stretti significano più usura sui mobili dall’uso di salviettine o una scopa.
  3. I battiscopa devono essere realizzati con materiali più resistenti. Si raccomanda di non utilizzare la stessa melamina degli armadi poiché non si otterrà lo stesso uso per tutta la vita a livello del pavimento.
  4. La qualità dell’hardware è essenziale per la creazione di mobili di qualità. La sua vita è misurata in cicli e ci sono variazioni sostanziali tra hardware di bassa e alta qualità. Una buona cerniera determina se la porta dell’armadio cadrà o meno.
  5. Quando si progettano mobili senza maniglia, è necessario utilizzare un certo ordine logico per aprire le porte. Idealmente, usa i moduli a doppia porta e se c’è uno spazio per un modulo con una sola porta, mettilo nell’angolo.
  6. Quando si usano le porte sopra gli elettrodomestici (forno, microonde) lasciare abbastanza spazio per la mano.