Granito vs quarzo: quale è meglio per la tua cucina?

granito e quarzo quale il migliore?

Quando progetti la ristrutturazione della tua nuova cucina, una delle cose più importanti da considerare è il piano di lavoro. È qui che si finisce per eseguire la maggior parte dei lavori di taglio, sminuzzamento e cottura, quindi è importante scegliere un materiale abbastanza resistente da resistere all’uso quotidiano.

Oltre alla durabilità, è altrettanto importante scegliere un materiale che abbia un bell’aspetto. Il piano di lavoro spesso determina la sensazione generale della cucina, in quanto le sue grandi dimensioni lo rendono una grande parte della combinazione di colori.

Sia il quarzo che il granito sono scelte incredibilmente popolari per i proprietari di case che vogliono controsoffitti fatti di pietra.

Come scegli tra i due materiali? Usa questa pratica guida per scoprire:

QUAL È LA DIFFERENZA TRA GRANITO E QUARZO?


Il granito è un tipo di roccia ignea tipicamente estratta nelle cave. Estratti dalla terra, sono levigati e lucidati e spesso usati come piastrelle e altri materiali da costruzione.

La qualità estetica più importante del granito è la sua grana. Non due pezzi saranno uguali a causa della composizione selvaggiamente diversa della pietra.

Il quarzo, d’altra parte, è un minerale che si trova nelle rocce metamorfiche e ignee e consiste in silice. I controsoffitti al quarzo sono realizzati combinando il quarzo schiacciato con resina polimerica e pigmenti colorati.

La miscela viene quindi posta sotto vuoto sotto forte pressione, producendo lastre dense e non porose che vengono poi lucidate per uso domestico.

PER QUALI PROGETTI SONO ADATTI?


Per coloro che vogliono un aspetto più naturale nella loro casa, il granito è probabilmente la strada da percorrere. Come il marmo, il granito possiede vortici naturali e granelli che conferiscono un aspetto più naturale.

È molto più facile eguagliare l’estetica esistente di una casa con il quarzo, poiché il quarzo può essere facilmente tinto con un colore specifico. Il granito può anche essere tinto, ma farlo è più difficile.

Il tipo di controsoffitto che intendi usarlo ha anche un’importanza immensa. Se hai un’isola o un bancone a forma di L e opta per il granito, ci saranno delle cuciture evidenti dove i pezzi separati sono uniti.

Se è necessario unire pezzi separati, ad esempio in questo piano di lavoro a forma di L, potrebbe essere preferibile utilizzare il quarzo.
In questo caso, potrebbe essere preferibile utilizzare invece il quarzo. Le cuciture in tonalità più chiare di quarzo sono appena evidenti, mentre le tonalità più scure non rivelano alcuna traccia.

QUAL E’ PIU’ RESISTENTE ALL’USURA E ALLE MACCHIE?


Dei due materiali, il quarzo è più impermeabile, essendo fabbricato in condizioni più controllate in una fabbrica.

D’altra parte, il granito è naturalmente poroso. Può essere relativamente duro e denso, ma a differenza del quarzo, non può essere fatto in condizioni controllate. Come tale, spesso ha pori piccoli e capillari che possono consentire la fuoriuscita di sostanze estranee. Ciò potrebbe portare alla crescita batterica e alla colorazione.

Per evitare ciò, durante l’installazione, un appaltatore sigillerà il granito con uno strato protettivo. Questo dovrebbe essere richiuso ogni anno per ottenere i migliori risultati.

Sia il quarzo che il granito possono anche scheggiare o graffiare se qualcosa viene lasciato cadere su di esso. Tuttavia, nel caso in cui una crepa o un graffio debbano essere levigati, sarà più evidente sul granito.

Il quarzo ha due punti deboli rispetto al granito, però. Per uno, è suscettibile di scolorimento, in particolare alla luce del sole. Se si intende usarlo come controsoffitto vicino a una finestra, l’esposizione costante ai raggi UV causerà l’abbattimento della resina epossidica all’interno, causando così la sua variazione di colore.

Inoltre, il quarzo può essere danneggiato dal calore elevato, con conseguenti segni antiestetici sul piano di lavoro. Se hai intenzione di ottenere un controsoffitto al quarzo, tieni presente che dovrai utilizzare i cuscinetti di calore in ogni momento.

QUAL E’ IL PIÙ COSTOSO?


I prezzi del quarzo e del granito dipendono principalmente dalla qualità. Un controsoffitto di granito spesso 20 mm costa in genere tra € 75 per PANNELLO per un profilo singolo e € 90 per pannello a per un doppio profilo, a seconda dell’ombra e della grana. Un controsoffitto al quarzo dello stesso spessore sarebbe di circa $ 80 per corsa per un profilo singolo e € 95 per un profilo doppio.

Anche i prezzi sono soggetti a garanzia, quindi verificare con il proprio appaltatore se il costo include anche il costo della garanzia.

Come installare un Backsplash da Cucina

il paraspruzzi fai da te

Aggiungere un backsplash (in italiano paraspruzzi) alla tua cucina è un ottimo modo per creare un’atmosfera con colori e texture differenti.

Per fortuna, il processo di applicazione di un backsplash è facile. Ecco il modo migliore per applicare un backsplash alla tua cucina, utilizzando le tessere tradizionali.

Acquista tutto l’occorrente.

L’installazione di un backsplash di piastrelle tradizionale nella tua cucina richiede diversi elementi. Assicurati di essere completamente preparato prima di iniziare il tuo progetto.
I materiali che devi preparare prima di iniziare includono la piastrella, l’adesivo per piastrelle e la malta.
Assicurati di avere gli strumenti necessari, tra cui spatola dentata, metro a nastro, spugna, livella, coltello multiuso e tagliapiastrelle. Potresti aver bisogno di distanziatori per piastrelle che non sono attaccati insieme nelle sezioni.
Potresti voler usare qualcosa per coprire i tuoi controsoffitti durante questo processo per tenerli puliti.
Pulisci le tue pareti.
Affinché l’adesivo per piastrelle aderisca alle pareti, esse devono essere prive di polvere o grasso. Pulirli con uno straccio umido e lasciare asciugare completamente.

Misura il tuo spazio.

È importante assicurarsi di ottenere una buona misurazione in modo da sapere esattamente quale taglia si dovrebbe tagliare le piastrelle.
Scegli un punto di arresto, direttamente sotto i tuoi armadi o in un punto arbitrario sul muro.
Assicurati di avere abbastanza tessere per riempire lo spazio misurato, così come alcuni extra per precauzione.
Utilizzare un livello e un bordo dritto per contrassegnare il punto di arresto lungo il muro.

Applica l’adesivo per piastrelle.

Usa la tua cazzuola per levigare l’adesivo per piastrelle sul muro, lavorando in piccole sezioni. Se si applica troppo in una volta, inizierà ad asciugarsi prima di avere la possibilità di attaccare le tessere.
Inizia sempre ad applicare le tessere dal centro in basso e da lì a lavorare verso l’esterno.
Non applicare l’adesivo per piastrelle sul retro delle piastrelle, in quanto sarà più difficile attaccarle al muro.

Attacca saldamente le tue tessere.

Premerli sull’adesivo per piastrelle sul muro, usando un livello per accertarsi che siano uniformi. Spingili alcune volte per accertarsi che siano fissate al muro.
Se le tue tessere non sono attaccate insieme nelle sezioni, usa i distanziatori per assicurarti che siano tutti equidistanti.
Muovere la piastrella leggermente contro il muro per assicurare l’aspirazione con l’adesivo.

Coprire completamente il muro.

Attacca tutte le tessere rimanenti alla tua parete usando questo metodo, finché non raggiungi i bordi. Prima di incollare le tessere ai bordi del muro, taglia gli angoli in eccesso o quelli di forma strana per assicurarti che la vestibilità sia perfetta.
Tagli sempre i fori per le prese o i bordi dispari prima di attaccare la piastrella alla parete.
Eventuali spazi vuoti possono essere riempiti con pezzi di piastrella di ricambio tagliati a misura con il tagliapiastrelle o un coltello multiuso.

Applica la malta.


Usa la cazzuola (pulita) per distribuire uniformemente la malta attraverso le piastrelle. Non preoccuparti di coprire le piastrelle, perché è ciò che dovrebbe accadere. Rimuoverà lo stucco non necessario in seguito.
Stendere la malta con un angolo di 45 gradi in un modello radicale.
Lascia riposare la boiacca per qualche minuto, quindi utilizzare una spugna umida per pulire la malta in eccesso. Tutte le fessure tra le piastrelle devono essere riempite, mentre le piastrelle rimanenti devono essere pulite da tutte le malte non necessarie.

Pulisci le tessere.

Dopo che lo stucco è completamente asciutto, pulirlo nuovamente con un panno asciutto.

Sigilla le tue tessere.

Se lo desideri, puoi applicare un sigillante per stucco per proteggere le tue piastrelle. Aggiungi una piccola linea di mastice siliconico al bordo inferiore della piastrella per sigillare l’acqua e prevenire la crescita di muffa.


Goditi il ​​tuo nuovo backsplash per la tuia cucina!


Una volta completati tutti i passaggi di installazione, la manutenzione del nuovo backsplash è semplice. Puliscilo occasionalmente con un pulitiore da cucina generico o un detergente per vetri per mantenere il tuo backsplash sempre al meglio.

5 idee per decorare la cucina: decorazioni per pareti

come decorare la cucina

Se ami sfogliare le ultime riviste di design per idee di decorazione della cucina ma non hai il tempo o il budget per una ristrutturazione importante, abbiamo alcuni suggerimenti per decorare velocemente e facilmente su come dare alla tua cucina un aggiornamento degno di una rivista di casa .

La parte migliore è che queste idee di decorazione della cucina possono mescolare e abbinare splendidamente – utilizzare una o alcune insieme.

Dal momento che tendiamo a vedere le cose a livello degli occhi, alcuni dei cambiamenti più evidenti che puoi apportare in una cucina coinvolgono le pareti.

Ma la maggior parte degli sforzi per decorare le cucine viene posta sugli elettrodomestici, sui controsoffitti e sui gadget da cucina, mentre le pareti vengono tristemente ignorate.

Così stai guardando un muro noioso? O peggio, un lavoro di finto lavoro viontage di lavori con stencil a tema di edera o frutta?

È tempo di fare un cambiamento.

Aggiornare la decorazione della parete della cucina con modifiche semplici ma attente al design avrà un grande impatto visivo.

Ecco 5 idee per la decorazione della cucina che trasformano le pareti della tua cucina da noiose a trendy:

Il designer segreto: il colore

Il colore è uno dei modi più veloci e più economici per aggiornare una stanza. Ma le grandi cucine colorate non accadono per caso. Il segreto è nella palette di tre colori:

Colore 1: un colore della cucina esistente che non può essere modificato. Questo potrebbe essere il colore del piano di lavoro o dei mobili.

Colore 2: un neutro di tua scelta. Usalo per il nuovo colore della parete che integra il colore 1. Servirà come sfondo della cucina.

Colore 3: il colore che rende unica la tua cucina. Spesso è un colore audace e inaspettato che funziona con la tua tavolozza. Il colore 3 aggiunge pop alla tua cucina.

Usalo come un pezzo per i tuoi accessori come sgabelli da bar, vasi o pentole.

Il modo migliore per trovare la perfetta tavolozza di tre colori è afferrare campioni di vernice nelle sfumature che ti piacciono e mescolarli in giro finché non sei soddisfatto della combinazione. Una volta trovata la tua firma con tre palette di colori, mantieni un set a portata di mano per lo shopping degli accessori.

Le migliori idee per decorare la cucina iniziano con un punto focale

Cerca di vedere la tua cucina come un visitatore per la prima volta. Entra nella tua cucina e pensa a ciò che noti. È la prima cosa che vedi qualcosa che ti piace? In caso contrario, cosa preferiresti prima notare? Rendi quel punto e il muro più vicino il tuo punto focale.

I punti focali ti saltano visivamente all’occhio. Rispetto al resto della cucina, il punto focale è audace e unico. Per creare un muro focale, prova una di queste tecniche:

  • Dipingi la tua parete focale nella tonalità in grassetto che hai scelto per la tua tavolozza di tre colori
  • Appendi un grande pezzo d’arte sulla parete focale
  • Usa carta da parati tessuta o con motivi geometrici

Sii impavido quando vesti il ​​tuo punto focale: è solo un muro.

Aggiungi l’ultima tendenza nella decorazione della parete della cucina – Scaffalatura aperta

Se hai aggiornato la tua cucina con colori freschi e alla moda e una parete focale, è ora di aggiungere dei livelli. L’ultima tendenza nel design di cucine è la cucina aperta, senza cappa. Lo sguardo alleggerisce una cucina creando spazio visivo, ma richiede di nascondere tutti i bicchieri e gli occhiali non corrispondenti in meno armadi.

Invece di strappare i tuoi armadi superiori, prova ad aggiornare l’arredo della tua cucina posizionando uno o due ripiani mobili su un muro aperto. I ripiani galleggianti sono disponibili in molti stili e sono facili da installare. Mantieni gli elementi di visualizzazione del ripiano galleggiante minimali e coordinati in base al colore per un look pronto per la rivista.

Per un cambiamento più grande, rimuovere le porte dell’armadio superiore selezionato e dipingere o tappezzare il retro dell’armadio. Ora hai un nuovo espositore aperto. Per dare nuova vita al display, aggiungi l’illuminazione LED sotto il mobiletto per evidenziare gli articoli. Le luci a batteria sono disponibili se il cablaggio dell’armadio è un problema.

La parete della cucina estremamente curata

Metti in ordine la tua cucina usando la tua personalità. Le collezioni Wall Gallery sono apprezzate da designer e riviste perché sono uniche e rendono interessante un muro noioso. Raccogli gli oggetti preferiti e usali come decorazioni per le pareti della cucina.

Alcune idee di decorazione della cucina per una collezione di pareti della galleria includono:

  • Copertine per album incorniciate
  • Cestini
  • Carta da parati a riquadri o campioni di tessuto
  • piatti d’epoca
  • Antique, cornici vuote di diverse forme e dimensioni
  • Una varietà di specchi

Non ci sono regole assolute per creare un wall gallery. I posizionamenti simmetrici, a motivi o freestyle sono tutti buoni approcci. Per risparmiare tempo (e fori extra sulle unghie sul muro), disponi la tua collezione sul pavimento prima di appenderla per la migliore spaziatura e posizionamento.

Personalizza la tua cucina con la vernice lavagna

Una lattina di vernice nera è economica e un ottimo modo per vestire un muro. Il nero è un colore audace e accattivante e lo sfondo perfetto per la tua arte del gesso in continua evoluzione.

Se non hai spazio a muro, una porta o una superficie dell’armadio è un’altra grande lavagna (e menu per la cena) in preparazione. Ricorda di stratificare. Una mensola galleggiante o una collezione di pareti a galleria sulla parete della tua lavagna aggiunge un tocco unico alle tue nuove e ispirate pareti della cucina.

10 idee geniali per la costruzione di una dispensa

Dispensa fai-da-te

Le dispense sono aggiunte pratiche e attraenti a qualsiasi casa. Ti permettono di risparmiare accumulando non deperibili e creano un centro visivo delle tue scorte alimentari. Ma cosa fare se la tua casa non ha uno spazio dedicato alla dispensa?


Sale, lavanderie, corridoi e persino armadi possono essere trasformati in una dispensa con un po ‘di lavoro, un po’ di pianificazione e un po ‘di ispirazione.

Dalle soluzioni basiche alle vetrine elaborate, ecco 10 idee sulla costruzione di una dispensa per stuzzicare la tua voglia di dai-da-te!

Trasformazione di un armadio o guardaroba

Qualsiasi armadio pieghevole o pieghevole può essere trasformato in una dispensa con l’aggiunta di ripiani personalizzati. Alcune scaffalature possono essere infilate nell’armadio e caricate con merci, oppure è possibile creare il proprio organizzatore interno.

Gli armadi della sala sono perfetti per questo tipo di sostituzione della dispensa, poiché sono spesso collocati vicino alla cucina. E se sei preoccupato per lo stoccaggio, una serie di ganci decorativi può fornire un’alternativa economica per i tuoi cappotti. E, naturalmente, se non hai un guardaroba di riserva, hai sempre la possibilità di costruire il tuo armadio.

Oppure puoi realizzare questo attraente e moderno cappotto e cappelliera.


Base per libreria

Quando si costruisce una dispensa, perché ripartire da zero? Questa intelligente idea di scaffalature per dispense fai da te inizia con una libreria come base, quindi aggiunge finiture, ante dell’armadio e un po ‘di carattere decorativo per creare una dispensa completamente funzionale e salva-spazio. E soprattutto, si adatta ovunque puoi mettere una libreria standard!

Se usi le ante dell’armadio che non corrispondono alle linee o alla finitura del case, bada a chiarire la differenza, piuttosto che a un mancato avvicinamento. Notare come le porte dell’armadio sono diverse dalla libreria nella foto. Usando un colore contrastante chiarisce che la differenza è una scelta, piuttosto che un errore. Vai con un colore fortemente contrastante per le porte, o considera la possibilità di convertire le porte in vetro per farle risaltare.

Sotto le scale

La parte inferiore di una tromba delle scale è spesso considerata “spazio morto”, rendendola uno spazio preferito per creare ulteriore spazio di archiviazione quando si lavora sull’organizzazione domestica. Sia che optiate per semplici scaffali aperti o le porte personalizzate più elaborate (come mostrato qui), la costruzione di una dispensa sotto una scala rende la maggior parte di questo spazio inutilizzato e amplia le opzioni di conservazione degli alimenti.

Scaffalature personalizzate in un angolo

Questa dispensa ha un look di alta gamma con un concept fai-da-te. Si basa su una libreria incorporata con porte a metà vetro che consente di visualizzare oggetti più attraenti, mentre gli oggetti meno piacevoli da vedere vengono tenuti nascosti.

Il fai-da-te che ha creato questo progetto di scaffalature dispensa ha fatto uso di un naturale angolo nel layout della casa per creare scaffalature dispensa a filo muro. Questa stessa tecnica può essere utilizzata su qualsiasi angolo simile nella tua casa, o anche lungo tutta la lunghezza di un muretto. Ciò rende questa opzione versatile e completamente personalizzabile per la costruzione di scaffalature per dispense perfetta per le tue esigenze.

Scaffale della cucina convertito in dispensa

Se non hai spazio per ripiani dispensa in un’area adiacente alla tua cucina, perché non trovare un modo per inserirla nella cucina stessa? Costruire una dispensa nel proprio armadietto crea uno spazio di archiviazione dedicato direttamente in cucina senza sacrificare l’aspetto dei tuoi armadi esistenti. Adeguate il vostro armadietto con cassetti estraibili o lavorate una dispensa prefabbricata nel layout di una cucina rimodellare.

Dispensa indipendente nascosta

Se non hai spazio per una dispensa adiacente alla cucina, che dire dietro la cucina? Usando una porta nascosta per accedere a una dispensa trasforma la stanza dall’altra parte di un muro della cucina in una dispensa walk-in, e aggiunge un elemento di fantasia e meraviglia alla tua casa.

Lo scopo di questo progetto di scaffalature dispensa può sembrare scoraggiante, ma in realtà non è così complesso, soprattutto se non ci sono percorsi meccanici nel muro in cui ti piacerebbe la porta. Se stai pensando di costruire una dispensa, questo è sicuramente un modo molto concettuale e di alto impatto per farlo!


Angolo dispensa nascosto con anta scorrevole

Se un’intera stanza nascosta è troppo da affrontare, che ne dici di un angolo nascosto della dispensa? Perfetto per gli elementi essenziali di frequente utilizzo o per le spezie sapientemente nascoste, questa porta scorrevole si apre per rivelare un piccolo spazio dispensa.

Costruire una dispensa, con la piastrella piena, è chiaramente molto più facile da fare durante una ristrutturazione completa, ma è anche possibile un retrofit, soprattutto se si sceglie di evidenziare l’angolo come una caratteristica, piuttosto che nasconderlo, come mostrato.

Corridoio Dispensa

Trasforma un corridoio in una lunga dispensa con scaffalature e un po ‘di stile. La fattibilità di questo progetto di scaffalature dispensa dipende dalla larghezza originale del tuo corridoio e dalla disposizione delle porte che conducono alle stanze. Se il tuo corridoio è stretto, prendi in considerazione scaffalature a larghezza stretta o scaffali che barcollano la loro larghezza per consentire uno stoccaggio più profondo senza cedere troppo spazio vitale.

Si noti che le luci possono essere posizionate per contenere la perdita di spazio su un lato della sala. Spostare le scatole elettriche può significare lavoro aggiuntivo, ma ripaga drammaticamente nella presentazione.

Il segreto dietro le tende

Per un progetto semplice con un prodotto finale attraente, prendere in considerazione la creazione di un sistema di scaffalature dispensa con una tenda su misura per creare spazio dispensa istantanea.

Un’asta per tende e un tessuto a scelta non costosi possono nascondere lo spazio di archiviazione mentre servono come elemento di accento per qualsiasi parte della casa in cui si sceglie di posizionarlo.

Mobili da cucina componibili

cucine componibili

Ciao amici, oggi mi piacerebbe condividere con alcuni consigli utili sulla cucina modulare.

Sappiamo molto bene che le donne trascorrono il tempo massimo in cucina.

La cucina è il luogo in cui le donne lavorano tutto il giorno anche di notte e nello scenario di oggi ognuno vuole una cucina modulare nella sua casa, quindi oggi vi fornirò alcuni consigli sulla cucina modulare.

Dovremmo fare attenzione durante la progettazione o la decorazione della cucina modulare, alcuni suggerimenti sono riportati di seguito:

Forma della cucina modulare.

La cucina modulare deve essere progettata sia a forma di U che a forma di L che offre alle donne comfort di lavoro e spazio per mettere altri articoli come il frigorifero e anche utili per il lavabo.

Sicurezza.

La disposizione delle bombole del gas deve essere effettuata in modo corretto e sicuro. Posizionare gli apparecchi elettrici vicino al quadro degli interruttori e non posizionarli vicino al lavandino. Dovremmo mettere un estintore per qualsiasi emergenza.

Combinazione di colori.

Il colore è un ruolo fondamentale nel colore ed evita sempre il colore bianco perché è molto difficile da pulire e richiede un’elevata manutenzione. Le tonalità più scure attirano anche più calori in estate e anche facili da mantenere.

Ventilazione trasversale.

E’necessaria una ventilazione trasversale nella cucina modulare perché durante la cottura si genera molto calore, dovremmo fissare il ventilatore o il camino in cucina e il suo dovrebbe essere aperto sul balcone.

Illuminazione corretta.

Un’adeguata illuminazione è un problema importante nella cucina modulare perché il tempo massimo impiegato dalle donne in cucina. Ci dovrebbe essere molta luce naturale e luce ambientale nella cucina modulare.

Quindi, cari amici, questi suggerimenti sopra vi aiuteranno a costruire e progettare la vostra cucina modulare al meglio.

Grazie!

Come progettare una cucina shabby chic

C’è una vera abilità nel trovare il perfetto equilibrio tra eleganza e shabby.
Anche se uno schema shabby chic può sembrare progettato senza arte, c’è una vera abilità nel trovare il perfetto equilibrio tra chic e shabby.

C’è un suggerimento della cucina della fattoria pre-industriale su questo stile. Idealmente, le unità e gli apparecchi sono una combinazione di pezzi indipendenti. Oppure, per avere un aspetto simile, scegli le unità dotate di “gambe” o di una pedana incassata. Utilizzare scaffali aperti e pensili vetrati per spezzare la monotonia di una serie di porte dell’armadio e migliorare l’effetto non idoneo.

Mescolare e abbinare

Shabby chic è meravigliosamente easy e informale. Non ci sono spigoli vivi. Pensa alle unità tradizionali in una finitura pallida e verniciata. È ancora meglio se la vernice ha un effetto distrutto o anticato. L’idea è quella di creare un’affascinante patina d’età che sia elegante con un po ‘di rusticità.
I pavimenti, le lastre di pietra e le piastrelle piane lavate, verniciate o lavate a calce funzionerebbero bene in questo stile. Per i piani di lavoro, prendete in considerazione superfici in legno, marmo o semplici compositi.

Elementi vintage

Aggiungere un tocco sorprendentemente decorativo allo schema decoratiovo può essere efficace. Prendi in considerazione la possibilità di illuminare lo spazio con un lampadario in vetro, ad esempio, o di mostrare una collezione di vasi di vetro pressato o porcellane d’epoca su scaffali aperti. Questi tocchi ornamentali offrono un interessante contrasto con la praticità della stanza.

Toni naturali

Colori chiari o tenui sono buone scelte quando si crea una tavolozza per una cucina shabby chic. Guardare utilizzando tonalità di bianco morbido, crema, pietra o grigio pallido come colore di sfondo e portare toni più scuri con accenti di carbone, blu fumo o lampone profondo. O mantenere la tavolozza chiara e interessante con riflessi di blu polvere, rosa rosa o giallo primula. Quando si tratta di scegliere i modelli, attenersi ai classici come macchie, strisce o fiori. Evita versioni audaci e scegli disegni sbiaditi e sobri.

Lo stile Old-fashioned


Completa il look con accessori e utensili che ricordano un’epoca passata.

Per la tua scelta, fai attenzione ai cesti intrecciati in lino, ai vasetti di vetro in stile vintage e alle scatole di legno dipinte. Pentole tradizionali come cucchiai di legno, scodelle in ceramica, pentole in ghisa, padelle e padelle di rame sono un investimento senza tempo.

Come dipingere i vecchi mobili da cucina

come rinnovare una vecchia cucina

Le cucine dipinte restano una scelta popolare nelle nostre case e offrono una soluzione economica per l’aggiornamento delle vecchie unità. Scopri come dipingere gli armadi da cucina nella nostra guida passo-passo


Come progettare una cucina elegante con un piccolo budget?

Dipingere i mobili da cucina in tinta unita è il modo perfetto per creare un look su misura o, se ti piace la struttura dei mobili da cucina esistenti ma non la loro finitura, per rinfrescare una cucina stanca senza spendere una fortuna.

Sia classico che in sordina, o luminoso e fresco, il colore in cui sono dipinte le unità determina completamente l’aspetto e l’atmosfera dell’intera stanza. Usa la nostra guida passo-passo per scoprire come dipingere gli armadi da cucina e rinnovare la tua cucina per meno di quanto avresti immaginato.

Se stai affrontando una ristrutturazione di cucina più ampia, la nostra guida definitiva alla pianificazione, progettazione e arredamento di una cucina offre tutti i consigli e l’ispirazione di cui potresti aver bisogno.

CHE TIPO DI ARMADI DA CUCINA PUO’ ESSERE DIPINTO?


Prima di iniziare a pensare a come dipingere gli armadi da cucina, devi pensare se le tue unità possono essere dipinte o meno.

Le ante in legno massello si prestano meglio ad essere ridipinte, ma le unità in melamina possono anche essere aggiornate. La chiave è garantire che le superfici siano correttamente preparate e adescate. Controllare anche che gli armadietti siano in ordine e non deformati.

Infine, è necessario trovare la vernice adatta – controlla la nostra scelta delle migliori vernici per mobili da cucina prima di iniziare.


PASSO PASSO: COME VERNICIARE GLI ARMADI DA CUCINA


Segui le nostre istruzioni passo-passo per scoprire come dipingere i mobili da cucina per ottenere la finitura desiderata. Anche il nostro pratico video offre molti consigli e trucchi.


Se possibile, è meglio rimuovere i frontali e i cassetti delle porte.


Svita tutta la ferramenta e maschera le aree che non puoi rimuovere.


Levigare leggermente le superfici con carta vetrata fine.


Aspirare la polvere e pulire le superfici con uno spray zuccherato e un panno umido.


Una volta asciutto, utilizzare un primer o un fondo di legno tradizionale o una melamina specialistica o un primer universale.


Scegli una vernice adatta per armadi da cucina; un rivestimento in vernice a guscio d’uovo per le porte sarà resistente.


Usa un piccolo rullo o un pennello per applicare la vernice con colpi lunghi e sicuri. La nostra scelta dei migliori pennelli e rulli per tutti i tuoi progetti fai-da-te ti garantirà i migliori strumenti per il lavoro.


Avrai bisogno di almeno due mani. Lasciare asciugare completamente la pittura, come da istruzioni sulla vernice.


Riattacca la ferramenta. Investire in nuove maniglie dell’armadio contribuirà a conferire alle unità un aspetto completamente nuovo.


COME SCEGLIERE IL COLORE IDEALE PER I VOSTRI ARMADI DA CUCINA?


Insieme alle tonalità neutre, il nero, il blu morbido, il verde e il grigio sono ideali per tutti gli stili di cucine e conferiscono una sensazione leggera ed elegante. Il rosa chiaro è anche un’ombra di tendenza che può sembrare contemporanea abbinata ai grigi.

Ricorda, però, che l’intera cucina non deve essere colorata: una tonalità audace, come il rosso o il blu scuro, può essere utilizzata per accentuare un breve periodo di unità, un’isola di cucina o un cassettone, con il resto della cucina in un ambiente neutro o finitura in legno naturale.


In alternativa, puoi considerare di aggiungere profondità e interesse a una cucina utilizzando diverse tonalità dello stesso colore. Ad esempio, dipingere i pensili di un colore più chiaro rispetto ai mobili di base è un modo intelligente per rendere la cucina più spaziosa.

Troverai molte ispirazioni per ognuna di queste finiture colorate nelle nostre idee di design di mobili da cucina, così come nelle nostre idee di design intelligenti per l’isola della cucina.


COME ACCESSORIARE GLI ARMADI DA CUCINA VERNICIATI


Dopo aver dipinto i mobili della tua cucina, vorrai pensare all’accessorio per completare il look.

Utilizza i seguenti suggerimenti, insieme alle nostre idee per il frontale della cucina e guida ai migliori tipi di piani di lavoro per cucina:

Un interessante frontale solleverà lo schema, ed è un tocco che puoi facilmente aggiungere a te stesso.
I dettagli più piccoli in una finitura in legno naturale, compresi piani di lavoro, binari a pioli, scaffali e sedie, impediranno il look stucchevole.
Se stai cercando una finitura unica, scegli elettrodomestici vintage (o semplicemente vintage) in colori complementari. La scelta di un tono più luminoso o più scuro rispetto al colore principale della tua cucina completerà in modo efficace il look.


ARMADI DA CUCINA VERNICIATI PER MIGLIORARE ESTETICAMENTE UNA CUCINA ECONOMICA O DATATA.


Le cucine dipinte sono spesso associate a produttori su misura di unità in legno massello fatte a mano, ma la bellezzadella verniciatura è che le tipologie di legno sottostanti non influenzano l’aspetto finale.

Ad esempio, una cucina in legno di pino potrebbe costare meno della metà del prezzo del legno più pregiato e avere ancora la stessa finitura e la stessa qualità artigianale una volta dipinta e rivestita con bellissime maniglie e piani di lavoro.

Camping Quest’estate? 5 cucine da campo che soddisfano tutte le tue esigenze

camping e buona cucina!

L’aria aperta è molto affascinante – acqua, cielo, boschi, montagne! Una pausa dalla tecnologia e dal tuo vicino rumoroso! Ma non è dotata di una cucina. No, devi occupartene tu stesso se ti avventuri in mezzo alla natura e pianifichi di fare la tua preparazione culinaria. Ovviamente si potrebbe fare grossolanamente, ma se si desidera un piccolo aiuto con la conservazione, l’organizzazione e la pulizia del cibo, allora una di queste cinque cucine da campo è un acquisto utile.

1 Cabina’s Standard Camp Kitchen, $ 129,99 da Cabela’s.

Un ottimo rapporto qualità / prezzo, la cucina da campo standard di Cabela si adatta a un sacco di cose. Ha tre superfici, un lavello in PVC con scarico, ripiani laterali per un sacco di conservazione degli alimenti e si ripiega in una custodia di facile trasporto.

2 Outdoorsman Camp Kitchen, $ 349 – $ 499 da My Camp Kitchen.

Un’opzione più elaborata per coloro che amano “glamping”, questa cucina da campo in legno di betulla presenta tre vani portaoggetti, una mensola scorrevole con porta coltelli magnetico, due cassetti per spezie, utensili e argenteria e porte dell’armadio che si trasformano in superfici da appoggio.

3 Grub Hub Camp Kitchen, $ 379 da Grub Hub.

The Grub Hub è fatto apposta per le persone all’aria aperta in movimento. Mountain bike, pesca, arrampicata su roccia, ecc. ,che non vogliono sacrificare nulla nel modo in cui la loro cucina da campo . È costruito per la super organizzazione. E viene fornito con un tavolo, una piattaforma di stufa, un portasciugamani di carta, una torre di lanterna, persino un lavello della cucina! Eppure è ancora facile crollare e trasportare.

4 Field Kitchen K120P.

$ 925 da Kanz Outdoor: vuoi una stufa completa mentre sei fuori allo stato brado? È possibile ottenere la cucina da campo equipaggiata con una stufa a doppia alimentazione a propano. Ha anche un cassetto argenteria, e ripiani e divisori per riporre pentole.

5 GSI Outdoor Gourmet Camp Kitchen.

$ 199,95 da Amazon: Non sopporto il fatto di non avere un posto dove lavare i piatti? Nessun problema qui! Questa cucina è dotata di un doppio lavabo e rubinetto (piede) pressurizzato.


Hai una cucina da campo preferita che ti piacerebbe portare con te in mezzo alla natura?

10 idee di mobili lavello e da da cucina fai-da-te

Modi unici per personalizzare i tuoi armadi da cucina


Gli armadi da cucina devono essere aggiornati? Sei fortunato. Gli armadi da cucina sono la tela perfetta per progetti fai-da-te veloci e divertenti. Ti innamori dei tuoi armadietti dopo che ti sei imbarcato in uno o più di questi piccoli progetti, ciascuno progettato per massimizzare la tua creatività con costi e sforzi moderati.

 Armadi da cucina a due toni


Combinazioni di tegoli da cucina bicolore possono essere comuni, ma puoi credere a questa fantastica svolta? Katie Fontana e Tony Niblock hanno iniziato la loro compagnia di armadi su misura British Standard con l’obiettivo di fornire “un’eleganza sobria”, come si suol dire. Non menzionano, inoltre, il loro talento per un capriccio sobrio, come evidenziato da questa singolare interpretazione di schemi bicolore.

La maggior parte degli schemi a due toni vanno in questo modo: armadi bassi, colori scuri; armadi superiori, colore chiaro. Il design di British Standard include le pareti e i sei pollici inferiori dei pensili, in quel colore scuro e più basso. Lo chiamano “linea di marea” ed è un tocco divertente fai-da-te che potresti voler considerare se stai dipingendo i tuoi armadi e vuoi elevare la tua cucina oltre l’ordinario.


Infissi in ottone satinato


Per decenni, gli arredi in ottone sono stati esclusi dalle case. In una frenesia di spogliatura di ottone, questi dispositivi sono stati sostituiti da apparecchi in nickel, acciaio inossidabile e nero opaco. Ora, indovina cosa? Una nuova generazione di ottoni è qui, ed è migliore di prima.

Il designer Tobi Fairley appoggia eleganti arredi in ottone contro mobili da cucina color crema per un delicato contrasto. Invece di ottone con finitura a specchio degli anni ’80, scegliamo calmi e trasparenti lucidi satinati che lasciano trasparire il colore caldo, piuttosto che riflettere la stanza su se stessa.


Porte per mobile “da cascina”


Punto! Immagina il brivido provato quando abbiamo scoperto queste affascinanti porte di legno recuperate quando vagavano per le strade secondarie del paese nel loro camper.

Tranne una cosa: non si tratta di legno riciclato. Queste sono 100% nuove porte dell’armadio fatte a mano, non barnwood riciclato (anche se non si può criticare per averlo pensato!).

Le immersioni con cassonetto hanno prodotto quelle scatole del mobile base, però. Tutto oltre quel punto è una replica intelligente del barnwood esposto alle intemperie.
Mobili da cucina Slab-to-Shaker fai-da-te
Gli armadi stile Shaker sono caratterizzati da un perimetro di cornice sopraelevato attorno alla porta e ai frontali dei cassetti. Ashley, nel blog di design Cherished Bliss, ha teorizzato che avrebbe potuto trasformare le sue ante dell’armadio (lastra) in armadi stile Shaker facendo scorrere una sottile cornice attorno alle porte. Funzionerebbe?

Esperimento … riuscito!

Ha alleggerito il suo lavoro scegliendo il compensato da 1/4 di pollice per i telai e in particolare facendo in modo che il deposito di legname strappasse il legno a strisce larghe 2 1/2 pollici.


Organizer per porta da cucina


Allora, cosa hai intenzione di fare per il tuo disordine in cucina? Sai: rotoli di carta assorbente gonfiati con acqua che perde e prodotti di pulizia impossibili da trovare nell’oscurità.

Che ne dici di questo organizer per porta dell’armadio fai-da-te, veloce, semplice e ultra economico? Ana White vende piani per progetti ambiziosi, come interi armadi da cucina che puoi costruire da zero. Stuzzica la voglia di costruire con questo progetto estremamente semplice e gratuito, disponibile sul suo sito.


Illuminazione da incasso per cucine LED fai da te


Ammettilo, vuoi l’illuminazione dell’armadio da cucina. Ma la paura ti ha trattenuto. Non temere più. Thrifty Decor Chick e decoratore d’interni, Sarah ha pensato allo stesso modo fino a quando non ha scoperto la potenza dell’illuminazione a nastro a LED.

Dimentica l’ingombrante e pesante illuminazione a fune incandescente del passato. Il presente e il futuro appartengono a questi rotoli di luci a LED leggere che vengono con adesivo sul retro. Tutto quello che devi fare è collegarli (non è necessario alcun cablaggio fisso!) E puoi collegarli tutti in tutti i tuoi armadietti. Controllato con un telecomando autonomo o con il tuo dispositivo mobile, sono letteralmente disponibili milioni di combinazioni di colori RGB (rosso-verde-blu).

Come acquistare mobili da cucina usati e risparmiare denaro

Risparmiare denaro con i mobili usati

Molti proprietari di case si avvicinano a una ristrutturazione completa della cucina solo per essere sbalorditi dal costo del progetto. I prezzi nelle cinque cifre basse sono di routine, con alcuni addirittura avvicinarsi a sei cifre. Qual è la forza trainante dietro i costi di ristrutturazione della cucina? Di solito, sono gli armadi da cucina.

Gli armadi da cucina possono rappresentare un terzo o fino a metà del costo totale della ristrutturazione della cucina. E per una buona ragione: molto materiale è contenuto negli armadietti, con un po ‘di quel materiale sotto forma di costose impiallacciature di legno duro. Aggiungi infissi unici e accessori come slide-out, organizzatori e mensole personalizzate, e il prezzo sale ancora più in alto. Acquistare, barattare o altrimenti ottenere mobili da cucina usati di qualità accettabile è un modo per ridurre i costi considerevoli associati ai nuovi armadi.

Anche se i risparmi possono essere profondi, a meno che non si sia pronti a intraprendere importanti lavori investigativi per trovare gli armadietti e accettare alcune limitazioni, si consiglia di prendere in considerazione altre misure di riduzione dei costi, come l’acquisto di nuovi armadi RTA (pronti per l’assemblaggio).

Tipi di mobili da cucina usati

I mobili di proprietà precedente si trovano in due forme principali: armadi di lavoro usati o vetrine.

Gli armadi da cucina da lavoro usati sono quelli che sono stati utilizzati in una casa per il lavoro in cucina. Spesso il proprietario o l’appaltatore desidera rimuovere questi armadi come parte di una ristrutturazione della cucina. In contrasto con i nuovi armadi puliti, funzionanti e costosi, gli armadi da cucina usati possono essere sporchi, malconci e spesso non funzionali o poco attraenti. Di solito, questi tipi di armadi usati sono molto economici o addirittura gratuiti.

Gli espositori da cucina usati sono quelli che sono stati esposti in un negozio di articoli per la casa o in uno showroom espositivo di cucine / bagni. Quando visiti un negozio di articoli per la casa o uno showroom di bagni / cucine locali, vedrai diversi espositori da cucina sistemati per sembrare delle vere cucine. Quando un negozio ha bisogno di spazio, fallisce, o vuole sbarazzarsi di una linea dismessa, deve rimuovere i suoi espositori. I mobili della cucina a vista si trovano in un’area crepuscolare tra nuova e usata. Potrebbero essere rovinati, ma non così rovinati come armadi che provengono da vere cucine. Possono essere sporchi ma mai sporchi di grassi da cucina e residui di cibo.

Che cosa ottieni con gli armadi usati

Poiché i proprietari di abitazione acquistano abitualmente armadi per una cucina intera, non solo uno o due, questi display possono essere cucine da 10 piedi e 10 piedi e potrebbero includere anche elementi non mobili come lavandini, rubinetti e persino illuminazione.

Con gli armadi da cucina usati, è possibile ottenere solo un set di mobili. O i proprietari di abitazione potrebbero includere il piano di lavoro, in quanto non ha alcun valore per il loro prossimo set di armadietti. Potrebbero includere il lavandino e lasciarlo attaccato al piano di lavoro della cucina.

Con gli espositori utilizzati, è possibile trovare armadi di marchi di qualità. È comune trovare dispensa bianca / smaltata in stile fattoria e armadi di base, con estraibili, inserti per porte in vetro, tagliere e attrezzature, segnati profondamente dal prezzo originale. Oppure potresti trovare armadi acero con chiusure morbide, tra cui un lavandino della fattoria, un rubinetto di rame, i contatori al quarzo e l’illuminazione dell’armadio, segnati fino a metà del prezzo originale. È possibile trovare quegli accessori, oltre a contenitori per il pane, scaffali per vino e accessori per spezie. La ragione di tutti questi accessori? Poiché questi sono modelli di visualizzazione, i produttori e i rivenditori hanno voluto ingannare il display per mostrare e vendere il maggior numero di extra possibile.

Limitazioni degli armadi da cucina usati

Gli armadi da cucina usati sono raramente in forma stellare. Questi armadi sono stati usati spesso per anni e possono essere macchiati con grasso per cucinare e cibo. Le ante dell’armadio, i frontali dei cassetti e i lati delle scatole dell’armadio potrebbero essere delaminanti. Questo è particolarmente vero se i cabinet sono di tipo thermofoil. Se i mobili sono già stati rimossi dalla cucina, c’è la possibilità di rotture.

Gli espositori usati sono stati usati ma non utilizzati in cucina. I clienti aprono e chiudono le porte e i cassetti migliaia di volte e lasciano che i loro figli li usino come giocattoli mentre parlano al rappresentante del servizio. I display dell’armadio sono solitamente datati. Se lo showroom di un mobile da cucina si sbarazza di un display a causa del cambiamento delle tendenze, per definizione il display è stilisticamente obsoleto. Gli showroom amano conservare oggetti pesanti, come i campioni di granito, nei cassetti. In generale, tuttavia, è vantaggioso per lo showroom mantenere le ante dei mobili più belli possibile.